Pietà Rondanini Expo 2015

Pietà Rondanini

Apertura gratuita prorogata al 31 maggio

“Il grande successo, con circa 30mila visitatori dal 2 maggio, ci ha motivati a tenere aperto il Museo della Pietà Rondanini alla città fino a fine mese”, ha dichiarato l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno.

Tutti i Musei civici, compresi i Musei del Castello, restano aperti durante il semestre di ExpoinCittà da martedì a domenica dalle ore 9 alle 19.30, senza interruzione oraria.

Pietà Rondanini

Pietà Rondanini

UN GRANDE SUCCESSO PER UNA GRANDE OPERA

Il successo del Museo della Pietà Rondanini si affianca a quello di tutti i Musei del Castello Sforzesco: il Museo d’Arte Antica, la Pinacoteca, il Museo degli Strumenti musicali, il Museo dei Mobili e delle Sculture Lignee, il Museo Egizio, il Museo delle Arti Decorative, Armeria – che hanno ospitato dal 2 maggio scorso, data di inaugurazione di ExpoinCittà, circa 16.000 visitatori.

Il successo di questa importante affluenza è dato anche dal rinnovamento dei percorsi museali: lo scorso 28 aprile è stata riaperta la Sala delle Asse in cui un allestimento multimediale illustra le vicende dei recenti restauri che hanno portato alla luce nuove tracce della mano di Leonardo da Vinci.

Il rinnovamento del Museo d’Arte Antica e il restauro di alcuni dei suoi capolavori esposti: dal monumento a Bernabo’ Visconti, situato nella prima Sala del Museo d’Arte Antica e “simbolo” del Museo, alle sculture della tomba di Gaston de Foix, opera di Agostino Busti detto il Bambaia, tra i massimi maestri della scultura rinascimentale.

Le esposizioni temporanee allestite nelle diverse Sale, ne rafforzano l'attrattività: la grafica di Georges Rouault (fino al 7 giugno) nella Sala Viscontea ha avuto 10.000 visitatori dall'inaugurazione del 2 aprile; 7.000 persone hanno visitato la mostra “Splendori rinascimentali nelle corti dell'Italia settentrionale”, aperta fino al 2 giugno, che ricostruisce attraverso il nucleo di manoscritti visconteo-sforzeschi conservato oggi nella biblioteca Trivulziana, il contesto culturale della Milano rinascimentale tra la fine del Quattrocento e gli inizi del Cinquecento.


Correlati:

Guarda la Foto Gallery completa