Gli spazi espositivi italiani

Le eccellenze del Bel Paese protagoniste del Padiglione Italia

Eclettico, inedito e poliedrico: sono le parole chiave su cui si fonda il concept di Padiglione Italia, la struttura innovativa che durante il semestre di Expo ospita le tradizioni e le innovazioni italiane legate al cibo, all'alimentazione e alla sostenibilità.

Uno spazio unico e sorprendente, dove i talenti e i giovani possono crescere e affermarsi, un "vivaio" di energie nuove in grado di evidenziare le eccellenze e le idee imprenditoriali del nostro Paese.

Il viale del Cardo ospita le eccellenze gastronomiche e culturali delle Regioni Italiane

Il viale del Cardo ospita le eccellenze gastronomiche e culturali delle Regioni Italiane

GLI EDIFICI DEL PADIGLIONE ITALIA

Il Padiglione Italia si sviluppa lungo il Cardo, un viale largo 25 metri e lungo 325. Sul Cardo Nord, ispirato all'idea del borgo italiano, si susseguono piazze, edifici e terrazze che durante l'Esposizione Universale presentano le proposte agricole, turistiche, enogastronomiche delle Regioni Italiane. Inoltre, hanno sede gli spazi istituzionali e di rappresentanza dell'Unione Europea.

L'area del Cardo Nord-Est è dedicata a una delle punte di diamante del Made in Italy: il vino. Il Padiglione del Vino - A taste of italy, curato da Vinitaly, propone ai visitatori un'immersione attraverso i cinque sensi nel mondo della migliore tradizione e produzione vitivinicola italiana.

Il Cardo Sud ospita, oltre i padiglioni di Regione Lombardia e Coldiretti, le aree specifiche del gelato e cioccolato, pizza, birra, acqua minerale e del caffè. All'ultimo piano del Cardo Sud-Est è allestita una speciale Terrazza Martini Expo by Pininfarina, che domina piazza Italia e permette di gustare l'aperitivo con una visuale a 360 gradi sull'Esposizione universale.

Palazzo Italia all'interno del Padiglione Expo 2015

Palazzo Italia all'interno del Padiglione Expo 2015

PALAZZO ITALIA, LA CASA DEL MADE IN ITALY A EXPO 2015

Affacciato sulla Lake Arena, Palazzo Italia è il fulcro dell'intero progetto, destinato a diventare nel periodo post Esposizione Universale un polo dell'innovazione tecnologica per la città di Milano.

Il progetto architettonico dello studio Nemesi evoca una foresta urbana ramificata, un intreccio di rami bianchi che attraverso l'alternanza di luci e ombre e la geometria delle forme ricorda le opere artistiche della Land Art.

13.000 metri quadri distribuiti su 6 piani destinati ad ospitare spazi espositivi dedicati alle bellezze artistiche e alle eccellenze gastronomiche del nostro Paese. Inoltre, i turisti possono accedere a sale conferenze, negozi, aree ristoro e all'esclusivo ristorante firmato Peck.