Saveurs-Ticino

Ai nastri di partenza una rassegna che valorizza la cucina del bel Canton Ticino. In Svizzera, dal 13 al 17 aprile e dal 20 al 24 aprile

C'è fermento in Ticino. Soprattutto ai fornelli, pronti ad accogliere una golosissima kermesse, capace di dar voce al bello e al buono di questa italofona terra Svizzera. Del resto, anche il Canton Ticino ha i suoi bravi chef e le sue tradizioni culinarie, legati a un territorio prealpino, cugino di Lombardia e Piemonte. E l'occasione per scoprirlo arriva, con il giungere della primavera.

DUETTI GOLOSI - Ben dieci le serate in programma, tutte ospitate nei migliori ristoranti e alberghi del Sopraceneri (Ascona, Locarno e Brissago) e del Sottoceneri (Lugano e Vacallo). Cene eleganti e raffinate, da vivere fra atomosfere da sogno, abbandonandosi alle prelibatezze in menu. A cucinare? Gli chef svizzeri, affiancati, di volta in volta, da un grande chef italiano, in un continuo scambio di saperi e sapori, tecnica e creatività. Per una vera e propria liason sul filo dell'eccellenza. E nel calice? Solo vini di pregio, a cominciare dal brindisi iniziale con un Franciacorta Bellavista, per continuare con nettari di aziende italiane di alto livello. Giusto per fare qualche nome: le maison toscane Salvioni, Capannelle, Querciabella, Baracchi e Cantine Montevertine, la sarda Argiolas e l'altoatesina Hofstätter.

NEL DETTAGLIO - Un'opportunità, quella offerta dalla manifestazione, per ammirare i paesaggi ticinesi e farsi un bel giro per le viuzze di cittadine dal fascino storico. Ecco allora tutte le date, al fine di organizzarsi al meglio: 13 aprile, all'Hotel Eden Roc di Ascona, con lo chef Rolf Krapf a giocare in casa e Valentino Marcattilii del San Domenico di Imola a far da ospite; il 14 aprile, all'Hotel Giardino di Ascona, Urs Gschwend e Gennaro Esposito della Torre del Saracino di Vico Equense; il 15, al Park Hotel Delta di Ascona, Stefan Nowaczyk e Giancarlo Morelli dell'Osteria del Pomiroeu di Seregno; il 16, al ristorante Da Enzo a Ponte Brolla (Locarno), Andrea Cingari e Gerhard Wieser dell'Hotel Castel a Tirolo; e il 17, al ristorante Isole di Brissago, tutti gli chef del Sopraceneri ai fornelli. Per poi ricominciare il 20 aprile, al ristorante Concabella di Vacallo, con con Gian Luca Bos e, ospite, Filippo Chiappini Dattilo dell'Osteria del Teatro di Piacenza; il 21, a Villa Principe Leopoldo di Lugano, con Dario Ranza e Antonino Cannavacciuolo di Villa Crespi di Orta San Giulio; il 22, al Grand Hotel Villa Castagnola di Lugano, con Frank Oerthle e Silvia Regi Baracchi del relais & châteaux Il Falconiere di Cortona; il 23, al ristorante Santabbondio di Sorengo (lugano), con Martin Dalsass e Norbert Niederkofler del St. Hubertus di San Cassiano; e il 24 serata conclusiva con tutti gli chef del Sottoceneri al ristorante La perla del lago, del Casinò di Lugano. Per chiudere in bellezza.

INFO - Le cene, vini compresi, hanno un prezzo che si aggira sui 170 euro a persona. Pacchetti speciali con cena per due, pernottamento e ricca colazione da 437,50 euro in su (info@saveurs-ticino.ch).

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati

Correlati:

www.saveurs-ticino.ch