Salone del Motociclo 2006

La 64 edizione della manifestazione dedicata alle due ruote si è chiusa con un record di presenze

EICMA 2006 - Grande affluenza all'appuntamento per gli amanti delle due ruote a Milano: per l'edizione numero 64 dell'EICMA, che si è svolta nella futuristica sede della fiera di Rho, si è radunata gran parte dei produttori mondiali di 2 ruote, ma non solo. Gli ampi padiglioni del nuovo quartiere fieristico hanno ospitato per l'edizione 2006 del Salone del Motociclo numerosi stand di ditte produttrici di ogni tipo di ricambio per personalizzare la propria moto. Presenti anche gli stand delle forze dell'ordine con i nuovi mezzi a propulsione elettrica in dotazione alla polizia locale di Milano. Di pari passo alle moto e ai motorini salgono in passerella  anche i caschi e i nuovi dispositivi di sicurezza: degno di nota il dispositivo air-bag montato sulla nuova imponente HONDA Goldwing.

IERI E DOMANI - L'Italia è rappresentata magnificamente dalle sue storiche aziende produttrici. Prima fra tutte la MVAGUSTA, che si presenta a Milano con la F4cc: un sogno da 100.000 euro. Nel padiglione MV sono presenti le nuove versioni dell’acclamata BRUTALE con un'inedita livrea azzurra, mentre in casa VESPA "si gioca" col passato riportando fari quadrati e rotondi rispettivamente sui modelli S e GTV. La Ducati, sull'onda del successo MONSTER, presenta la nuova versione S4R, ma la vera novità è la 1098R: modello dal pluri-premiato motore desmodromico di origine corsaiola. Anche Ducati strizza l'occhio al passato con il modello 1000ss, ispirato allo storico scrambler degli anni '60. Nel piccolo stand Bimota si può invece apprezzare l'evoluzione del concept TESI20, presentato l'anno scorso nella stessa sede: il modello si chiama TESI30 ed è un vero e proprio laboratorio di fisica circolante grazie alle insolite soluzioni telaistiche, in primis la mancanza delle forcelle anteriori.

DA APRILIA A KAWASAKI -  Dalle parti dell'Aprilia, la folla ammira le morbide linee della prima naked prodotta dal marchio: si chiama MANA850, ottimo prodotto che va a inserirsi nella gamma Aprilia. Le case straniere offrono proposte molto allettanti, come in casa YAMAHA, dove si ammira la nuova erede della sportivissima R1, spigolosa potente e dalle eccellenti prestazioni. Forte del titolo mondiale nella categoria motoGP, la Honda propone ai sognatori la nuova CBR1000 RR, con innumerevoli soluzioni "rubate" al team racing HRC. La Kawasaki, dopo il boom sul mercato delle sue naked, ripresenta la Z750 insieme al modello più potente da 1000cc. Consistente anche la presenza di case produttrici cinesi con modelli dallo stile un po' vecchieggiante, ma dai prezzi davvero accessibili.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati