Nuova stagione al San Babila

Nonostante l'ingiunzione di sfratto la cultura a Milano resiste. L'udienza rinviata a dicembre

"Anche in presenza dell'intimazione di sfratto abbiamo ritenuto di non fermarci e presentare questa prossima stagione teatrale. Il rinvio dell'udienza fissata per il 20 maggio al prossimo 17 dicembre è da interpretare come un segnale positivo" esordisce Gennaro D'Avanzo, direttore del Teatro San Babila.

La stagione teatrale del San Babila presenta 9 spettacoli, commedie, commedie brillanti e un giallo di Holmes Complici. Tra i titoli in cartellone spicca un grande classico di Pirandello: Vestire gli ignudi (24 novembre-13 dicembre), passando a testi contemporanei torna Fiore di Cactus (15 dicembre-10 gennaio) con Eleonora Giorgi e Paola Quattrini nella piéce tratta dal romanzo I ponti di Madison County (12-31 gennaio).

Alla stagione teatrale si aggiunge la proposta di una stagione di opera e operette cura dalla Felix Company. "Spettacoli che non hanno nulla da invidiare al musical, di cui sono antenati" afferma il direttore artistico Felice Latronico. Infatti testi come La vedova allegra (29 settembre-4 ottobre) e Cin ci Là (2-7 marzo) hanno conosciuto una nuova vita con la compagnia milanese.