Notti di note nell'estate della Cascina Monluè

Reagge, Folk, Hip Hop nell'antico borgo meneghino: musica di qualità en plein air, fra prati e stelle

Uno dei luoghi più suggestivi di una Milano che non ti aspetti. Uno spazio all'aperto, nel verde di una cascina secolare in cui da anni si organizzano concerti, manifestazioni e iniziative sociali. Alla Cascina Monluè la buona musica è la portata principale. Per l'inizio dell'estate sono in programma grandi nomi con garanzia di qualità.

REAGGE - Il 26 giugno Alberto "Alborosie" D'Ascola torna in Italia dopo un viaggio alla scoperta delle radici della musica reagge e della cultura rastafari. Il suo sound si inserisce bene nel tessuto musicale della capitale Kingston e ha ottenuto un buon successo in Jamaica, con singoli quali Kingston Town e soprattutto Herbalist, estratti dall'album Soul pirate.

FOLK - Dal reagge si passa al folk ramingo dei Modena City Ramblers, il 27 giugno. Il noto gruppo coniuga l'italianità della canzone d'autore, il folk irlandese e l'impegno politico e torna sulle scene in seguito alla pubblicazione internazionale di Bella ciao, raccolta del materiale più significativo della band. Sempre italiani doc sul menu del 2 e 3 luglio: Bugo continua infatti il suo tour per la promozione di Contatti, album che trascina il "Beck delle risaie" nella produzione di Stefano Fontana. Il giorno seguente regna la Sicilia dei Marta sui tubi, con tutte le sue contraddizioni e la sua tradizione, in canzoni ad alto tasso d'ironia.

HIP HOP - Per gli amanti di altri sapori la Cascina ospiterà il 28 giugno Marracash, ovvero Fabio Rizzo, un giovane MC di origine siciliana che vive a Milano, quello di Bada bum cha cha - per gli outsider del genere. Si tratta di uno dei componenti della cosiddetta Dogo Gang dei Club Dogo. Nel 1998 inizia a frequentare il Muretto, uno degli storici punti di ritrovo della scena hip hop milanese, dove comincia ad ascoltare rap e rapidamente sviluppa un talento per il liricismo e per le rime.

E l'estate è lunga...