Nel mezzo del cammin del Milano Film Festival

Una passeggiata ad occhi aperti per rivedere e risentire il mondo

La XXII edizione del Festival di esterni regala emozioni e contenuti. Come una passeggiata ad occhi aperti per rivedere e risentire il mondo.

CORTI E INTENSI - Arrivano da tutto il mondo e filmano il mondo di oggi: ritmo lento, passaggi pazienti e tanta saggezza nel corto di Be Garrett, in cui "Un barbiere vecchio stampo fa la barba e racconta un aneddoto del suo passato a un ragazzo che proprio quella sera è sul punto di prendere una decisione che potrebbe cambiargli la vita". "The Last Call", dell'egiziano Awad Abu Al-Kheir, è documento del panico e dell'ansia dell'ultima chiamata per lasciare la propria casa prima del raid aereo: racconti di paura ed immagini strazianti lasciano il buco nello stomaco. Denuncia ed attualità si mischiano allo stile scanzonato e innovativo di filmare una telefonata tra amici per spiare l'ex fidanzata al parco. Briose ed ironiche, le commedie riequilibrano l'atmosfera del festival: come il simpatico corto diretto da Donald Rice, in cui un cantante famoso ad una festa di sosia non viene riconosciuto dal pubblico.

CO-CO-CORTI - Al Parco presso lo Stranglehold room continuano le rassegne con "Il lavoro al tempo del precariato": in Romania, in Francia o in Italia i giovani si trovano a svolgere lavori assurdi e a mettere una maschera per andare avanti senza certezze ed accettare anche la " La corse nue" pur di avere uno stipendio. "Alcuni credono che la macchina fotografica ti rubi l'anima. Girato interamente con una macchina fotografica collegata a una sfera a specchio, il film esplora la nostra (o meglio, la mia) dipendenza dalla tecnologia." Così Lyle Pisio spinge la ricerca immaginativa verso forme innovative di linguaggio. Assistere ad un gruppo di proiezioni è come una passeggiare tra le vie del mondo; veloci e sintetiche immagini, piccoli e brevi suoni, poche parole, spazi di silenzio e nuovi punti di vista catturano l'attenzione e attaccano la memoria: effetti collaterali creati da abili registi e profondi conoscitori dell'animo umano!