Movida fra le vetrine

I negozi milanesi accolgono la movida anni '70 con vetrine a tema per un'atmosfera revival

Milano guarda indietro e riscopre un decennio complesso, fatto di contraddizioni politiche e glitter, di contestazioni e grandi cantautori da fuochi sulle spiagge e chitarre. A questi ricchi anni '70 la città dedica due notti il 27 e il 28 ottobre  fra concerti, spettacoli e atmosfere revival, incominciando dai negozi.

GLI ANNI IN VETRINA - Dalle vetrine della città della moda non poteva che arrivare un gradito coinvolgimento alla manifestazione, come dichiara l'assessore Giovanni Terzi "I negozi hanno aderito all'iniziativa scegliendo vetrine a tema, dando piena disponibilità con gli orari da nottambuli, con negozi aperti oltre le 2 di notte e bar che sino alle 5 di mattina avranno brioches e cappuccino". I negozi di Ascomodamilano, l'associazione per il commercio degli operatori tessili, già da questi giorni strizzano l'occhio alle notti in programma, con vetrine che stuzzicano fantasie, scelte dove i visual si sono sbizzarriti fra bauli o armadi generazionali, il tutto con il naturale effetto di canticchiare le sigle dei telefilm.

UN PO' DI '70 IN OGNUNO DI NOI - Quindi bando a timidezza e strutture futuriste, rigorosi black&grey dei marciapiedi cittadini, e tuffo nel revival come la movida impone fra stivali, guanti e colli di pelliccia, viola arancio e verde. Per chi non volesse osare tanto, anche gonne e collane su timidi dolcevita possono avvicinare alla tendenza freak della nottata, poi per lasciarsi decisamente ispirare basta scorrere lo sguardo fra le strade reinventate appositamente fra giochi da tavolo, musiche e unici corner dove truccatori e parrucchieri aiuteranno il look rendedolo perfetto per la serata.
Il bello della pur sempre bistrattata moda sta anche in questo: permettere il tuffo nel passato con un mascherarsi affascinante, riscoprendo, anche così, quei rumorosi anni '70.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati