Meeting Etichette Indipendenti

Una vetrina per i musicisti emergenti

Che futuro si prospetta ad un gruppo musicale o a un cantautore in erba? Non di certo roseo, soprattutto se si va a bussare alle porte di case discografiche cosiddette "major". Sebbene esse dicano di interessarsi agli emergenti, questo accade quando l'artista in questione è già lì lì per "esplodere" e raggiungere il "grande pubblico". Alla musica ancora da coltivare ci pensano allora le Etichette Indipendenti che anche quest'anno si riuniranno al MEI (Meeting Etichette Indipendenti) a Faenza, il 26 e 27 Novembre, con un'anteprima il 25 al Teatro Masini e alla Fiera.

La conferenza stampa di presentazione è stata tenuta martedì 15 Novembre alla FNAC di Milano, con l'intervento di Giordano Sangiorgi (presidente Audiocoop e organizzatore MEI), Stefano Senardi (Radiofandango), Paolo Franchini (Edel), Pietro Chianura (premio Demetrio Stratos), Claudio Ferrante (Carosello), Adele Di Palma (Cose di Musica), Alessandro Massara (V2), Annibale Bartolozzi (Upr), Gianluigi Potenza (RedLed Records), Dario Guglielmetti (Tube Records).
La conferenza è stata aperta da Luca Nesti, cantautore toscano che ha presentato il suo album "Ho cambiato idea", sono seguite le parole d'introduzione al Meeting, il video del nuovo singolo dei La Crus "Mondo sii buono" e un paio di brani live dei Tinturia, gruppo di reggae-ska-folk siciliano, voluto dal duo comico Ficarra e Picone nel loro spettacolo.

Il MEI vuole essere una vetrina dove tutti, ma proprio tutti i musicisti, si possano fare conoscere, ricevendo consigli e lasciando i loro album alle etichette presenti.
Molte saranno le conferenze, gli show-case e gli ospiti del mondo della musica italiana.
Potrete ricevere maggiori informazioni scrivendo a mei@mnitlia.com