Mangiar Ognibendibio

Mette nel piatto cibo biologico e gusto: è "Ognibendibio", la rassegna enogastronomica da leccarsi i baffi, in tutta la Lombardia fino al 9 dicembre

C'è una manifestazione che da qualche tempo porta in giro per l'Italia i suoi prodotti più genuini e gustosi, il cui nome è tutto un programma: Ognibendibio. Del resto, sotto quale altro cappello poteva raccogliersi l'enogastronomia italiana più biologica e di qualità? E per la seconda volta dalla sua nascita, gli organizzatori hanno deciso di tenere la Lombardia come base per la rassegna, dopo aver fatto conoscere l'esperimento nelle Marche e in Puglia.

IL BIO NEL PIATTO - La scommessa è quella di convincere i più scettici che cucina naturale non è sinonimo di dieta e privazioni. La ghiotta sfida si terrà fino al 9 dicembre su un campo di battaglia decisamente irresistibile: una trentina di ristoranti sparsi sul territorio lombardo, dove si darà spazio a menu interamente biologici, con i migliori piatti della tradizione rielaborati ad arte dagli chef. Un evento che sta al passo con i tempi (e ne sostiene la cavalcata), visto che ormai che il cibo bio sta conquistando i palati italiani, sempre più attenti da qualche anno a questa parte all'importanza del mangiar sano.

MANGIANDO SI IMPARA - Dare risalto a un'enogastronomia attenta alla qualità e alla bontà dei prodotti che la terra sa dare. Questa è la finalità che si è posta la "mente" di Ognibendibio: l'azienda vinicola Barone Pizzini nella Franciacorta, nota per essere stata la prima nel settore a produrre vini docg da uve bio. Il patron di questa quarta edizione? Sarà ancora una volta lo chef Pietro Leemann, che ha trasformato in realtà il sogno di una cucina biologica di alta qualità, dando vita al suo ristorante Joia, a Milano. Un'oasi dove il sapore incontra la salute, come in tutti i ristoranti che aderiscono alla rassegna, dove verranno sempre spiegati origine, significato e caratteristiche del biologico. Insomma, verrebbe da dire che mangiando si impara.

LE TANE DEL GUSTO BIO - Ecco i locali dove sarà possibile sperimentare la miglior cucina bio: 212 Barcode (Bergamo); Agriturismo Cascina Valentino (Pizzighettone, Cremona); Al Grillo (Capiago Intimiamo, Como), Canton Del Vescovo (Brescia), Carlo Magno (Collebeato, Brescia), Cascina Brugnola (Rezzato, Brescia), Cascina del Garda (Toscolano Maderno, Brescia), Castello Malvezzi (Mompiano, Brescia), Corte Francesco (Montichiari, Brescia), Da Benny (Milano), Da Mimmo (Bergamo), Enoteca Milano (Bratto, Bergamo), Hotel della Torre/Sala del Pozzo (Trescore Balneario, Bergamo), Il Romanino (Cellatica, Brescia), Il Volto (Iseo, Brescia), Joia (Milano), La Caprese (Mozzo, Bergamo), La Crepa (Isola Dovarese, Crempna), La Lumaca (Brescia), La Pergolina (Brescia), La Rosa Gialla (Ripalta Cremasca, Cremona), Locanda Piajo (Nembro, Bergamo), L'Uliveto (Sale Marasino, Brescia), Osteria della Villetta (Palazzolo, Brescia), Ponte di Briolo (Briolo Bergamo), Posta al Castello (Gromo, Bergamo), S. Giulia (Corte Franca, Brescia), Sant'Anna 1907 (Como), Scarlatto (Brescia), Secolo XVI (Orzinuovi, Brescia), Trattoria Dell'Alba (Piadena, Mantova), Trattoria Porteri (Brescia), Trattoria Urbana Mangiafuoco (Brescia), Vecchio Botticino (Brescia) Vegnot (Borgo S. Giacomo, Brescia), Villino D'Erica (Valbrembo, Bergamo).