Lounge Arena

Sorseggiando un drink sotto le stelle in un'insolita Arena trasformata in lounge bar

L'estate solletica la voglia di uscire in un luogo fresco, non troppo impegnativo. Oppure di seguire un concerto e poi rilassarsi sorseggiando un drink sotto le stelle.

LOUNGE BAR – Entrando all'Arena Civica, o restando al termine di uno dei concerti del Milano Jazzin' Festival, vedrete una luce rossa diffusa provenire dalla Palazzina Appiani. Le gradinate sottostanti, fino al 7 agosto, sono state reinventate come salotto all'aperto, aggiungendo puff, cuscini e cubi di luce bianca. Atmosfera informale, gente che parla del concerto commentando le performance, altri giunti per caso gironzolando nel Parco Sempione. Altri ancora arrivati per assaporare una location diversa, insolita, con un passato storico e artistico che traspare misterioso dalle luci soffuse. I capitelli corinzi della Palazzina tinti di rosso sembrano irreali, così imponenti e distanti. Al di sotto, persone che parlano, qualcuno balla, tre schermi che proiettano video art concettuale, un mix di storia e design inusuale, estremamente creativo.

LONG DRINK – Non c'è lounge senza bar, in questo caso senza il Freak Bar, che si occupa del beverage. Il Freak ha allestito due banconi, uno ai piedi della gradinata, retroilluminato e molto in tono con la situazione stilistica, e uno in cima, più piccolo e tradizionale. La scelta è abbastanza varia, ma rimane nell'ambito dei long drink, i grandi classici delle serate estive come Cuba Libre e Gin Lemon.