Lirica e street style per le vie di Milano

Melodie classiche e live performance per un evento sui generis

Vi è mai capitato, fermi ad un semaforo, di immaginarvi un corpo di ballo che sulle strisce pedonali mette in scena uno spettacolo improvviso e rallegrante? Come in una puntata di Ally McBeal o Glee un gruppo di ballerini ha messo in scena fino all'1 luglio rivisitazioni in chiave funky, h&b e house di famose liriche tratte da La Traviata, Nabucco e Il Barbiere di Siviglia. Un adattamento street, come se Verdi e Rossini avessero riscritto le loro opere con i rumori del traffico in sottofondo e il sapore dell’asfalto nel narici. Ad organizzare questa serie di live performance sparse per il centro di Milano (da Piazza S.Babila a Piazza Duomo, fino a Corso Como), denominati 40 Second’s Opera, è stata la Fondazione Arena di Verona, per celebrare il lancio dell’89mo Festival Lirico.

L’obiettivo degli organizzatori è stato quello di comunicare la bellezza dell’opera in maniera diversa, non convenzionale, in un linguaggio che una città come Milano mastica ogni giorno. 40 Second’s Opera ha voluto ridare all’opera lirica quella sua matrice popolare che dalla sua nascita l’ha contraddistinta. Milano non poteva che essere la città adatta, grazie alle sua profonda cultura e attenzione verso il teatro e contemporaneamente l’indubbia leadership nel campo delle nuove tendenze e della comunicazione non convenzionale. Il Festival Lirico di Verona è stato inaugurato il 17 giugno e andrà avanti fino al 3 settembre per 49 serate. Se ve lo siete persi ecco a voi un video che propone una delle coreografie andate in scena per le strade del capoluogo meneghino.

Correlati:

Guarda il Video