Natale 2009 Festival della Luce

LED it shine

Al via il Festival della Luce di Milano. A ciascun posto la sua luce di Natale

Frenesia isterica da caccia ai regali di natale? Non pervenuta. Sì: domenica 6 dicembre, intorno alle 18, il centro cittadino era un gran viavai di gente carica di pacchetti, ma l'atmosfera era decisamente rilassata. Motivo? La cerimonia di accensione dell'albero di Natale in piazza Duomo e delle installazioni luminose del progetto LED, sparse in tutta la città. 

BACI SOTTO IL VISCHIO E ALTRE STORIE - "Hai visto che belle? Ma fino a quando restano accese?" di questo tono i commenti che si captano qua e là, davanti alle vetrate della cattedrale, che illuminate dall'interno regalano un'emozione davvero forte anche a quei milanesi che ormai il Duomo lo conoscono bene, ci passano davanti tutti i giorni. E la musica che accompagna le immagini che scorrono sul Teatro alla Scala? E le bollicine che colorano il Grattacielo della Terrazza Martini? Ma tu ci sei stato in Galleria? Ecco, lì, all'Ottagono, c'è un enorme vischio: quando ci si scambia un bacio, toccando le sue foglie, una luce bianca decolla fin sulla cupola che invece di arrossire, si colora tutta di blu. Il cielo (di LED) in una stanza (o in una galleria) dove brillano piccole luci bianche, piccoli fuochi d'artificio, mentre 47 metri sotto la folla brulicante sta tutta con il naso all'insù. Non si riesce a contarli questi nasi, non si contano nemmeno gli obiettivi dei fotografi - professionali e poi tanti, tantissimi anche quelli amatoriali che sembrano essersi dati appuntamento in centro città -, puntati là in alto.

LED IT SHINE - Le speciali luminarie del centro sono solo parte dei progetti che il Comune ha realizzato per il primo Festival della Luce che accompagna questo Natale. Gli "Scrooge" della situazione diranno che i soldi impiegati per questo festival potevano essere investiti in altra maniera. E c'è da scommettere che chi è stato a Torino, dove da anni a dicembre si accendono le Luci d'Artista o a Lione dove si celebra la Fête des Lumières, storcerà il naso dicendo che Milano poteva fare di più. Lasciate dire. Al di là di ogni discorso politico, al di là di ogni paragone estetico, il dato di fatto è che 34 luoghi diversi di questa città si accenderanno. Costringendoci a fermare per un istante le nostre corse affannose, spezzando il ritmo allucinante a cui viaggiamo, distogliendoci dai nostri pensieri per un istante. Il tempo di un raggio di luce. Può davvero far male questa luce? Lo spettacolo va in scena al calar della sera, ogni sera, fino al 10 gennaio 2010. A ciascuno la sua risposta.