Io Expo, e tu?

Milano torna a rappresentare l'Italia nel mondo e si aggiudica l'Expo 2015. Grande festa in Piazza Duomo

Milano tira un sospiro di sollievo e si aggiudica l'Expo 2015. Un grande successo per il capoluogo lombardo, ma anche per l'Italia che torna ad essere una terrazza sul mondo. A Parigi, il capoluogo meneghino ha ottenuto la designazione con 86 voti, contro i 65 andati a Smirne (Turchia).

FEEDING THE PLANET, ENERGY FOR LIFE - Molti ne hanno sentito parlare, ma soltanto in pochi sanno cosa sia veramente l'Expo. Dal 1851 si tiene un ciclo di esposizioni internazionali che coinvolge direttamente diversi paesi del mondo. Expo sta infatti per Esposizione mondiale e prevede un fitto calendario di esposizioni internazionali di natura non commerciale con durata superiore alle tre settimane promosse e sostenute da diversi paesi. Il tema proposto da Milano per quello del 2015 è il diritto ad un'alimentazione sana, sicura e sufficiente per tutto il pianeta. "Feeding the Planet, Energy for Life" è il filo tematico che si lega ai diversi obiettivi da raggiungere, tra cui rafforzare la qualità dell'alimentazione, prevenire le malattie ad essa legate, innovare con la tecnologia il flusso alimentare, educare ad una corretta alimentazione.

EXPO 2015 - “L'Expo come grande occasione di cultura, di confronto e di conoscenza tra i popoli e le persone, tra storie, esperienze e sensibilità differenti”, ha ribadito di recente il Sindaco Letizia Moratti, che si è battuta molto affinché Milano salisse sul podio. Il capoluogo lombardo torna ad essere sotto i riflettori e si conferma "prima ambasciatrice dell’Italia nel mondo". Come svilupperemo le nostre potenzialità territoriali per accogliere questo grande appuntamento? Oltre ad utilizzare i quasi 2 milioni di metri quadri della Nuova Fiera di Rho progettata da Fuksas, sarà impiegata un’area agricola nei pressi di Bollate e un’altra zona nel territorio di Arese per i supporti tecnologici e logistici. Riqualificazione del territorio con alcuni tratti del Naviglio, toccando diverse aree come quella di Repubblica-Garibaldi, la vecchia Fiera e la zona del Parco Sempione. Per quanto riguarda i collegamenti, sarà disponibile la linea ferroviaria ad alta velocità all’ingresso est della fiera.

UN GRANDE TRAGUARDO - Nel taschino avevamo conservato un pizzico di scaramanzia e fino alla fine siamo stati col fiato sospeso. Dalla stampa estera l'Italia era stata scoraggiata dai vari eventi che la hanno aggredita: dall'immondizia alla bufala campana, dall'inflazione alla svendita di Alitalia, in un clima di incertezza politica. Questo è un grande traguardo per la notra città e per tutto il Paese, da portare a termine con impegno, costanza e serietà. L'augurio è che l'Expo 2015 sia una grande lezione di stile, e non una maccheronica esibizione all'italiana.

I NUMERI DELL'EXPO - Dopo l'ultima Esposizione Internazionale a Genova del 1992, Milano si rialza con un business fatto di grandi numeri. Infatti, nei prossimi cinque anni sono attesi 65.000 nuovi posti di lavoro, quasi trenta milioni di visitatori in sei mesi, quattro miliardi di euro per i diversi interventi, di cui 270 milioni per le linee della metropolitana, 72 milioni per i nuovi parcheggi e 81 milioni per un villaggio residenziale. Una grande opportunità di slancio economico per Milano e per tutta l'Italia.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati