In pista con il Circo Oz

L'atmosfera circense si serve del palcoscenio per allietare il Natale. Sconti con la MilanodabereCARD!

Quando ci addentriamo nella magia del Natale, torniamo bambini e al Circo restituiamo un fascino quasi misterioso. Il mondo circense e il Natale hanno qualcosa in comune: saranno clown, saltimbanchi, giocolieri ed acrobati a convincerci che c'è qualcosa al di là di quel tendone? In questa comunella si intromette il teatro, che trasforma il palcoscenico in pista da circo. Capita qualche volta, ma non ottenendo sempre i risultati dovuti. Dall'Australia arriva a Milano il Circo Oz, pronto a fare scintille.

DAL CIRCO TRADIZIONALE AL CIRCO DU SOLEIL – Nessuno può negargli un fascino particolare perché è affollato da artisti girovaghi. Il circo, così come lo conosciamo, nella stessa tradizione italiana di famiglie circensi come gli Orfei e i Togni, trova un punto di rottura con la sperimentazione del Cirque du Soleil. Direttamente dal Canada la prima sfida all'arte circense, ovvero quella di creare uno spettacolo con una storia, trasformato in uno show unico ed irripetibile.

IL CIRCO OZ - Il Teatro degli Arcimboldi ospita dal 9 al 28 dicembre questa ciurma di artisti dell'Oceania  che si concede il lusso di assemblare satira, acrobazie, colpi scena e spettacolarità. Nato 30 anni fa in Australia dalla fusione dei gruppi Soapbox Circus e News Ensemble Circus, il Circo Oz si sviluppa in una dimensione circense post-moderna:  "Tutti i componenti sono impegnati nel supportare con passione la parità fra i sessi e la giustizia sociale, ma sempre unite a un umorismo tipicamente aussie", racconta David Carlin. La sfida al circo tradizionale è nello spostare la magia dell'happening dal classico tendone alle tavole del palcoscenico. Ed è così che circo e teatro passeggiano a braccetto facendo incontrare "i pubblici differiti".

A TEATRO A PREZZO SCONTATO - Scopri come assistere allo spettacolo del Circo Oz con il 75% di sconto, grazie alla Milanodabere CARD! Clicca qui.