Giornata del Contemporaneo

AMACI propone la seconda edizione per il sostegno dell'arte contemporanea, il 14 ottobre

AMACI - AMACI è un'associazione non profit composta da oltre venti musei d'arte moderna e contemporanea italiani, nata nel 2003 con lo scopo di costituire una politica culturale comune per promuovere l'arte contemporanea e per sostenere lo sviluppo delle politiche istituzionali legate alla contemporaneità. Tre sono gli obiettivi fondamentali: screening sullo stato "di salute" delle nostre istituzioni; la messa a fuoco di una comune missione culturale e la conseguente ridefinizione del ruolo che le nostre istituzioni sono chiamate a svolgere all'interno della contemporanea società civile; attuare una rete di relazioni che consentano a ciascun museo di mettere a profitto i risultati delle esperienze positive delle nostre istituzioni e predisporre un virtuoso scambio di informazioni, di idee, di progetti e di programmi, che permetta di raggiungere obbiettivi di contenimento della spesa e di economia delle risorse intellettuali umane, in favore di un ampliamento e di una circuitazione dell’informazione e della conoscenza.

I LOVE MUSEUMS - Uno strumento di raccordo di tali obiettivi è costituito dalla rivista I LOVE MUSEUMS, fondata contestualmente alla nascita dell'AMACI e presentata a La Biennale di Venezia nel 2003. Oltre ad essere il canale di informazione ufficiale dell'Associazione, la rivista costituisce anche un luogo di dibattito e di riflessione sulla situazione attuale dei musei e delle istituzioni che si occupano di arte contemporanea oltre che, naturalmente, di quest'ultima.

GIORNATA DEL CONTEMPORANEO - Il 14 ottobre 2006 AMACI promuoverà la seconda edizione della Giornata del Contemporaneo. L'iniziativa, che prevede il coinvolgimento dei musei associati all'AMACI e di numerose altre organizzazioni e istituzioni italiane che operano nel settore dell'arte contemporanea, sarà sostenuta dalla DARC – Direzione per l'Architettura e l'Arte Contemporanea – del Ministero per i beni e le attività culturali. Per tutto il giorno, una serie di eventi – mostre, convegni, incontri – arricchirà la proposta culturale del nostro Paese, col fine di coltivare nella coscienza collettiva la percezione dell'arte di oggi come elemento costitutivo del nostro patrimonio culturale. Tutti gli aderenti apriranno gratuitamente al pubblico le proprie collezioni, nonché le mostre e le manifestazioni promosse. Ne risulterà una mappa dell'arte di oggi che coinvolgerà non soltanto le grandi città, ma anche i centri più piccoli, da sempre molto attivi, dove i musei hanno assunto il ruolo di poli culturali con la missione di presentare e valorizzare l'attività degli artisti contemporanei. La seconda Giornata del Contemporaneo è l'occasione per coinvolgere e sensibilizzare l'opinione pubblica rispetto al ruolo dell'arte contemporanea nello sviluppo dell'identità culturale e nell'innovazione sociale ed economica. AMACI si propone di costruire, con il supporto strategico di goodwill, un sistema innovativo per la sostenibilità dell'arte contemporanea in Italia, a cui è possibile aderire.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati