Fuori Milano: nuit al chiaro di luna in Brianza

Il Noir Club di Lissone spalanca le porte alla musica e al divertimento con un ospite d'eccezione: Jerry Calà

Quando si arriva a Lissone, alle porte di Milano, la prima cosa che viene in mente sono i mobili. Nel senso che questa cittadina è rinomata per ciò che riguarda l'arredamento. Tuttavia, da un po' di tempo anche Lissone è entrata a far parte dell'olimpo della vita notturna grazie ad un locale chic: Il Noir Bar Club. Per chi vuole staccarsi dalla "notte brava metropolitana" - ogni tanto potrebbe essere una buona abitudine -  basta andare in direzione Monza sulla strada statale Valassina. La discoteca, che è stata inaugurato lo scorso settembre, sorge in via Guarenti e ad accogliervi c'è un ampio parcheggio.

Entrando al Noir Bar Club, la prima cosa che balza all'occhio è l'atmosfera intima che si concentra in uno spazio dalle medie dimensioni che comunque riesce a tenere testa: la capienza è di 600 persone. Con un design molto curato, pieno di curve e ben segmentato, il "re dei locali" dell'area monzese è una vera perla e nasce dal genio creativo di alcuni giovani imprenditori locali, il cui obiettivo era quello di creare uno spazio chic, che fosse punto di ritrovo per un pubblico adulto, in una fascia di età dai trenta anni in su. "Sono molti anni che assieme ad altre persone mi occupo di night life - ci spiega Claudio - e volevamo creare una struttura che diventasse il fiore all'occhiello della Brianza. Ci stiamo provando. Abbiamo trasformato questo open space in un locale che dall'8 settembre del 2005 ci incoraggia a fare sempre meglio".

Guardandosi intorno si incrociamo sguardi con un pubblico dall'aspetto interessante: si chiacchiera piacevolmente gustandoci un aperitivo al banco, che il barman di turno ci consiglia di abbinare ad un ventaglio di stuzzicherie, proposte dalla casa. Lo staff è sempre pronto ad intervenire nella giusta occorrenza ed in qualsiasi circostanza. Insomma, chi ama la buona musica e un certo tipo di divertimento non resterà deluso. E se nella vostra combriccola di amici, ci sono anche dei buongustai non temete perché non resteranno scontenti: per la cena di questo giovedì di metà gennaio, oltre ad una serie di piatti freddi, tra i primi primeggiano i pizzoccheri e la polenta, consigliati dallo chef di casa. Intanto, ci trasferiamo al primo piano dove una balconata si affaccia sulla sala centrale dove i grandi divani invogliano a conversare.

Ad allietare la serata, prima di aprire ufficialmente le danze, ci sono i Bravo di Augusto Righetti ed un faccione a noi molto familiare: Jerry Calà. Con il gruppo musicale è sempre in programma una bella cascata di revival anni '70-'80-'90, mentre con L'ex Gatto di Vicolo miracolo, alla sua prima esibizione nello splendido locale di Lissone, il divertimento è assicurato. Del resto lo sanno tutti che gli artisti di palato fine come Calà vengono con piacere ad intrattenere i frequentatori del Noir Bar Club. "Occorre continuare ad investire sulla provincia - ci spiega Calà prima di andare in scena - perché è molto più ricettiva della città. Del resto, la maggior parte delle mie serate le faccio in provincia. Non so, a volte ho l'impressione che la metropoli sia diventata troppo snob. E questo è controproducente per chi vuole proporre, diffondere idee poco comuni nell'entertainment". 

Il pubblico si diverte, e dopo essersi riscaldato con l'ex Gatto e la sua band, inizia a scatenarsi in pista con la musica anni '80 e '90, scelta dal dj Andrea Sala. La notte è ancora lunga, tutta da vivere, tutta sognare mentre una luna fulgida accarezza l'aria di questa Brianza che vuole "vivere la nuit".