Are you a Turntablist?

Un' arte che ha radici nell'hip hop

NON E' UNA PAROLACCIA - Generalmente con il termine turntablist si intende un particolare artista dei giradischi. Il termine fu creato da Dj Supreme nel 1994 per differenziare il dj che "fa solo suonare i dischi" dal dj che si diletta in turntablism, vere e proprie manipolazioni dei suoni del disco. E' una disciplina che viene direttamente dalla cultura hip hop dove i dj in passato creavano basi facendo suonare esclusivamente dei giradischi.

LE SUE DECLINAZIONI - Il turntablism si può dividere in due sottodiscipline che sono lo scratch e il beat juggling. Ognuna di queste è composta da svariate tecniche più o meno avanzate che si possono ammirare nei contest nazionali e internazionali come il DMC o l'ITF. In realtà si possono considerare una vecchia scuola e una nuova scuola anche per questa disciplina soprattutto perché si sono fatti molti progressi nell'ambito tecnologico con l'invenzione di nuovi giradischi con forze di trazione superiori e mixer più avanzati soprattutto per quanto riguarda la scorrevolezza dei fader e gli effetti.

PROVARE PER CREDERE -  Milano si sta preparando ad accogliere l'1 febbraio, e precisamente presso il Tunnel, un dj di fama internazionale, un vero e proprio maestro del tourntablism, una delle star più splendenti della scena hip hop giapponese, da sempre all'avanguardia sia nelle produzioni che, ovviamente nelle tecniche: Dj Krush. Al suo fianco si esibirà l'adepto del verbo astract hip hop, Dj Pandaj, per l'occasione in un set speciale a tre piatti, assieme agli scratch di Dj Aladyn, mentre i visual saranno curati da Claudio Sinatti.