2357 Combinazione Perfetta

Basico cotone e percezione del colore nella materia numerica. Un laboratorio sartoriale è diventato un cubo bianco di musica e colore

Temporary store per la nuova linea basic-street wear 2357. Cinque giorni no stop: sartoria live, performance artistiche, aperitivi creativi, serate danzanti con dj-set ad hoc e birre in quantità.

MATEMATICO - Partiamo dal basico. 2357, i primi 4 numeri primi. "Come i numeri primi sono gli atomi indivisibili, base dell'aritmetica, così 2357 offre i mattoncini con cui costruire uno style di tendenza, unico, giovane ed essenziale" parola di Simo, uno dei creativi che, insieme al designer Davide Martelli (Pharmacy Industry), ha dato vita al nuovo brand milanese. Tessuti, linee e qualità all made in Italy. Per l'occasione apre il Temporary Store di via Scaldasole 7, spazio innovativo che si trasforma nel corso delle giornate. Allestimento originale: showroom, laboratorio e mini-galleria d'arte si confondono in un gioco continuo di tessuti, colori e riferimenti numerici.

FELPA PER TUTTI - Sui tavoli centinaia di scampoli monocromo già sagomati, maniche, colletti, pettorine. In fondo alla sala troneggia una bella macchina da cucire, guidata dalle mani veloci di una sarta-fatina bionda, che nemmeno la pubblicità della Singer. Scegli i colori, la sarta assembla i pezzi et volià la tua felpa è pronta. Come un doppio filo che congiunge visitatori e artisti, 2357 libera l'immaginazione e promuove l'interazione con il suo prodotto, a colpi di fantasia. Parola chiave: personalizzare. Così mentre giovani milanesi, dal look street di ricerca, s'inventano la felpa migliore, poco più in là le felpe 2357 diventano vere e proprie tele d'artista. Writing, serigrafie, tempere e pennelli tra le mani di stlisti, grafici, fotografi, painter e sperimentatori d'ogni genere. A vincere però sono i capi-collage dei visitatori. Realizzata la felpa, gli arlecchini sono impressi su polaroid. Nessuna vetrina ma su 8 cubi monocromo sono esposti i capi 2357 finiti. A ciascun cubo è associato il numero di matrice della tinta unita e una foto incorniciata che ne richiama il colore. Le foto sono scattate in realtà milanesi in linea con l'idea di 2357: autentica produzione artigianale made in Italy, unica e genuina; circoli arci, pescherie, trattorie, pasticcerie, bocciofile ed elettrauto. Ed ecco spiegata l'analoga serie di tele monocromo felpate.

DJ-SET - Serata di inaugurazione sotto l'egida di The Bloody Beetroots. Irresistibile mix tra live e dj set, Bob Rifo e Tea, come sempre mascherati da super-eroi electro punk-funk baltimore, sparano il loro sound a tutto volume per la gioia dei presenti. Le casse pompano e la conversazione si sposta in esterna. Trasformazione completata: al 2357 si balla come nei migliori club del mondo. La parata di dischi e campionatori prosegue con il collettivo Sangue Disken pronto ad inondare di ritmi electro-indie-alternative la notte di venerdì. Dal clubbing meneghino altri djs in trasferta per 2357. Sabato è il turno dei Pink is Punk, new wave, electro-funk d'assalto attirano sciami di electro-dancers incalliti.
La chiusura, è affidata ai resident Djpersignora. Cocktail a base di elettronica e disco per il brindisi finale al riuscitissimo Temporary Store 2357.