Agosto a Milano: dove c' Arte

Quali sono i musei, le mostre e le collezioni che restano aperti per ferie

Agosto, mese di passione per chi resta in città e oltre alla canicola deve sopportare chiusure e una ridotta offerta di eventi e svaghi. La consolazione si trova al fresco di un museo o di una galleria e non si tratta di un magro accontentarsi, se si conta che girato l'angolo del corridoio si può solo incontare il bello.

MUSEI - Nel panorama dei musei aperti tutto il mese - ferragosto compreso - troviamo il Museo della Scienza e della Tecnologia, con tutte le sale nuove inaugurate quest'anno (dedicate alle comunicazioni, ai materiali e alle fonti energetiche), quello di Storia Naturale vicino ai verdeggianti Giardini Indro Montanelli e il Museo Diocesano, che apre la sua collezione dalle ore 19 alle 24 fino al 5 settembre e dove ogni sera viene proposto un happy hour e uno spettacolo diverso giorno per giorno (concerti, proiezioni cinematografiche...). Aperto per tutta l'estate, ma chiuso a ferragosto è il Museo Poldi Pezzoli.

COLLEZIONI PERMANENTI - Sono quelle della Pinacoteca Ambrosiana, rigorosamente aperta anche sabato 15 agosto, come pure la Pinacoteca di Brera che brinda al suo 200mo compleanno proprio in quella data. Contro ogni tradizione, sarà la festeggiata a fare un dono ai cittadini restando aperta dal mattino del 15 fino alla sera, con entrata libera. Inoltre, concerti di musica classica e proiezioni speciali nei suoi cortili e nelle sue sale completano il programma della giornata.

INVITO A PALAZZO - Principe di ogni stagione espositiva è Palazzo Reale, che con le sue mostre resta aperto anche nel cuore dell'estate, con i consueti orari, compreso il sabato di ferragosto. Non sono da meno gli altri spazi espositivi che rispondono al Comune di Milano, ovvero Palazzo della Ragione (dove è di scena Camera Works) e il PAC (qui troviamo la mostra Passports).

PUBBLICO E PRIVATO - Anche Triennale non delude i suoi affezionati estimantori e i curiosi: la sede centrale, nel cuore del Parco Sempione, e la succursale di Bovisa restano a disposizione per tutto il mese, come pure Forma, luogo dedicato agli amanti della fotografia. Torniamo in Comune, in senso letterale: a Palazzo Marino l'esposizione dei due fogli del Codice Atlantico di Leonardo da Vinci incontrano lo sguardo del pubblico anche nel giorno di ferragosto. E se proprio vogliamo dare uno sguardo a culture lontane, altre da quella milanese, Las America Latinas allo Spazio Oberdan rimane aperta sempre, 15 agosto compreso. Sembra una frase troppo scontata, ma davvero l'arte non va in vacanza.