Copenaghen città ecosostenibile

Copenaghen, 2015

Mentre Milano pensa all'Expo, la capitale danese pensa all'Eco. Con piani ambiziosi

Dire 2015, a Milano, significa parlare di Expo, un appuntamento atteso, una data che somiglia a quella di un esame che la città dovrà superare. Dire 2015 a Copenaghen, significa invece discutere di ecosostenibilità sempre più avanzata. La capitale danese non si accontenta di essere la metropoli con il miglior sviluppo urbano (nelle acque del suo porto è addirittura possibile fare il bagno!), ma punta ad obiettivi precisi.

Il Comune ha infatti iniziato una campagna di informazione per indicare quei gesti che possono migliorare l'ambiente. Se oggi il 36% dei cittadini si muove in bici, la meta fissata per il 2015 è raggiungere quota 50%. Incentivata anche la creazione di nuovi parchi, spiagge, aree balneabili e vie verdi per accedervi, ma tutta la città si  muove in direzione dell'ecosostenibilità: dal design alla ristorazione, dallo shopping etico alle strutture alberghiere sostenibili, tutti impegnati a ridurre il proprio impatto ambientale. Oltre al 2015, un altro anno decisivo per Copenaghen sarà il 2025: per quell'anno la città vuole diventare la prima capitale del mondo carbon neutral, riducendo a zero le emissioni di gas serra. Per questo l'amministrazione investirà fondi in un importante progetto eolico e in altre risorse energetiche rinnovabili, promuoverà l'uso di veicoli elettrici e con motore a idrogeno. Copenaghen si sta muovendo per diventare la città modello delle politiche verdi: almeno che Milano si metta in ascolto.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati