Tortona Design Week

Nuova veste per il distretto creativo in vista del Fuori Salone

L'ora x si avvicina e in Zona Tortona fervono i preparativi. Molte le novità in serbo per l'edizione 2011 del Fuori Salone, a partire dal recente restyling del circuito di eventi. Più precisamente, il progetto si chiama Tortona Design Week e ha lo scopo di promuovere e coordinare i numerosi appuntamenti che, dal 12 al 17 aprile, animano il dedalo di strade intorno alla stazione di Porta Genova.

NEL NOME DELLA QUALITÀ - Gisella Borioli, art director dell'Associazione Tortona Area Lab e proprietaria dello storico Superstudio Più, racconta "Tortona Design Week è un nome semplice, quasi banale. Ma si inserisce nel più ampio progetto di pulizia e riduzione degli eccessi, che stiamo cercando di portare avanti in questi anni". Uberto Cajrati, presidente di Tortona Area Lab, aggiunge: "L'area è unica nel suo genere: qui le aziende di piccole e medie dimensioni convivono con i grandi marchi del design d'arredo e della moda. Non siamo semplicemente espositori: cerchiamo di creare cultura". 

RESPIRO INTERNAZIONALE - Oltre cinquanta le location coinvolte, con un programma dall'ampio respiro internazionale. I designer arrivano dalla Gran Bretagna come dalla Thailandia, dalla Slovenia e dalla Germania. Fra gli ingredienti che caratterizzano l'edizione di quest'anno, il focus sulle tecnologie, con la presenza di brand come Canon e Samsung, sull'illuminazione, molto presente anche in Fiera, con EuroLuce, e sul benessere. Le iniziative sono supportate da un comitato artistico d'eccellenza, composto dai creativi Giulio Cappellini, Paola Navone e Marcel Wanders.

L'IDENTITÀ VISUALE - L'autore del logo del progetto è Stefano Giovannoni, che abita nel quartiere da tempo. "Ho vissuto le trasformazioni di Zona Tortona" afferma "e ho assistito alla rivalutazione di numerosi spazi industriali dismessi. Grazie all'impegno di imprenditori illuminati, ora l'area costituisce una risorsa preziosa per la città". Il designer spiega così la genesi del marchio: "Ho cercato di trovare un'icona che sintetizzasse la natura di questo luogo. Cosa meglio dello shed (la forma a zig zag che caratterizza le coperture dei tetti)?".

Tuttavia sono in molti a sostenere che le vere novità si trovino nel distretto di Ventura Lambrate. Riguardo alle critiche non sempre positive, Borioli afferma: "Nonostante quello che è stato detto, Zona Tortona offre contenuti di alto livello. Lasceremo un segno forte nei visitatori". Non resta che aspettare ancora qualche giorno prima di farsi un'idea personale.
© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati