Principe Bar all'Hotel Principe di Savoia

Nuovo Principe Bar

Il designer Thierry Despont cura il restyling del bar dell'Hotel Principe di Savoia

Sophia Coppola vi ha girato alcune scene del suo prossimo film (Somewhere, ndr), ma all'Hotel Principe di Savoia vip e star di Hollywood preferiscono rilassarsi anziché lavorare. L'albergo icona dell'hotellerie milanese è impegnato in un'operazione di restyling che durerà fino al 2010 e che ha coinvolto suite, lobby e bar, per stare al passo coi tempi. E che tempi: "Parlare di lusso oggi sembra quasi immorale, ma dobbiamo seguire l'evolversi dello stile di vita. Lusso non coincide più con sfarzo, significa permettersi tutto ciò che si desidera" spiega Ezio Indiani, General Manager del Principe. 

E come potrebbe non soddisfare i desideri dei suoi clienti la mitica Presidential Suite? Unica, con  piscina e spa riservate, certo i suoi ospiti non rientrano nell'ordinario: Rolling Stones, Elisabetta II d'Inghilterra, Madonna possono avere desideri difficili da realizzare. Più semplici quelli di chi sceglie il Principe Bar per passare una serata in un'ambiente raffinato, appena reinterpretato in stile American Bar dal designer americano Thierry Despont. Una dj consolle nascosta nel pianoforte a coda della sala,  poster di Mimmo Rotella, pannelli luminosi di un tenue giallo a decorare il bancone del bar e le pareti, il bar è forse il tentativo più riuscito di avvicinare una clientela più giovane; i suoi cocktail certamente più accessibili della Presidential Suite (16mila Euro a notte), ma non meno glamourous: il Bar Manager è Enzo Mirto e i suoi drink hanno deliziato Robert De Niro e Quentin Tarantino.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati