Twitter, l'ultima frontiera dei viaggiatori

Il social network si rivela un utile strumento per spostarsi

Chi l'ha provato non ha dubbi: Twitter è uno strumento molto utile per chi è in procinto di partire e, una volta chiusa dietro di sé la porta di casa, un valido compagno di viaggio. Dalla scelta della destinazione, alla raccolta di informazioni ai reclami, il più giovane dei social network acquisisce sempre più credito e fedeli nella community dei viaggiatori.

IDENTIKIT - Ma che cos'è twitter? Si tratta di un servizio gratuito di microblogging che fornisce agli utenti una pagina personale aggiornabile tramite messaggi di testo con una lunghezza massima di 140 caratteri. Gli aggiornamenti possono essere effettuati tramite il sito, via SMS, via e-mail, con programmi di messaggistica istantanea. In altre parole, grazie a Twitter, viaggiatori, albergatori e altri operatori di turismo possono confrontarsi e comunicare in tempo reale.

VADO, TWITTER E RIPARTO - Negli ultimi tempi i social network si sono rivelati validi alleati per chi deve spostarsi. Nel caso di Twitter i vantaggi sono molti. A cominciare dalla possibilità di interagire in prima persona e in tempo reale con le grandi catene alberghiere per esempio che, semplicemente monitorando i tweet, altrettanto celermente possono intervenire in caso di reclami. Non è tutto. Su Twitter sono presenti compagnie aeree, blogger, tour operator. In Italia, per esempio, per cercare pacchetti e offerte last minute, sono attivi Alitalia e Meridiana, Viaggi dell’Elefante, Eden Viaggi.

FACEBOOK & CO. - Certo, su Facebook e siti come Tripadvisor.it è già possibile scambiarsi opinioni e impressioni su luoghi, alberghi e locali di tutto il mondo. Qual è allora il valore aggiunto di Twitter? Grazie a potenti applicazioni satellitari come Foursquare, permette di contattare la gente del posto con più facilità, per chiedere e ricevere velocemente dritte e consigli su dove andare, come spostarsi, cosa non perdere. In più consente di tenersi aggiornati e aggiornare gli altri. Sempre. Senza frontiere.