Settimana della Moda

La donna vista da Lidia Cardinale e Daniela Carcano

Nina MoricCome ogni anno ieri, 22 febbraio, si è aperta la grande kermesse del Prêt à Porter Donna che si concluderà il 1 marzo 2004.
Con la Moda Donna la città di Milano festeggia la creatività del made in Italy che trova la sua massima espressione nelle sfilate, negli eventi mondani e nei vari party.

La prima giornata ha visto solcare le passerelle milanesi da quattro belle internazionali come Naomi Campbell, Nina Moric, Vanessa Incontrada, Valeria Marini facendo prospettare una settimana infuocata e piena di golose novità, e dove belle nostrane e straniere si batteranno a colpi di gossip.

Da evidenziare è stata la presenza dell'emittente televisiva araba Al Jazeera.
Vediamo alcuni nomi.
 
Sulle passerelle della Fiera di Milano è salita la donna di Lidia Cardinale.
Iniziata con tono dimesso, si è assistito al revival degli anni '60 e '70 trasposto in gusto contemporaneo. Sulle note della mitica Mina e della spregiudicata Patty Bravo, biondone cotonatissime indossano tailluer in jeans couture, giacchini impreziositi da ricami, perline e jais, gonne strette e tubolari e chiodo da motociclista ricco di zip e soffietti.

Vanessa IncontradaPer la sera gli abiti di chiffon  stampati fluttuano su vertiginosi tacchi; le scollature audaci aperte sulle schiene giocano con una maliziosa sensualità e ponderata trasgressione rimanendo incagliati al nero, viola e arancio con tocchi di oro.

Nelle proposte invernali della stilista Daniela Carano per CLIPS si ha un ritorno a un mood anni '30, in cui pervade un forte senso di femminilità che non disprezza la flanella per i suoi tailleur e che si arricchisce di tocchi di rosa nelle calzature e nei colli di volpe.

Il rosa, colore distintivo della femminilità, ammorbidisce e addolcisce le stampe animalier, gli chanel e gli abiti inpunturati, accarezza il nero dei velluti, dei pizzi e tulle.
La donna Clips seduce coi fiocchi e la sera mostra le sue grazie attraverso abiti trasparenti fatti da lavorazioni arabesche, pizzi, tulle e nastri che abbracciano volpi e montoni.

La sfilata è stata chiusa dalla splendida Vanessa Incontrada.


di Leo Pedone