piXXXel, Jean-Yves Lemoigne

Porno Pixel

Il fotografo francese Jean-Yves Lemoigne ha realizzato la serie di scatti "piXXXel". Provocatoria e ironica

Nel mare magnum di internet, i venti del porno soffiano che è un piacere. La sessualità spinta entra nell'immaginario maschile e femminile attraverso i pixel: così, il lavoro del fotografo Jean-Yves Lemoigne era forse solo questione di tempo.

L'artista francese ha realizzato la serie fotografica PiXXXel, pubbicata sulle pagine del terzo numero di Amusement, rivista d'Oltralpe dedicata alla cultura interattiva, il cui sito è decisamente particolare: quando andrete a visitarlo, ricordatevi di accendere la casse del pc. Le immagini ritraggono ambienti domestici in cui donne si atteggiano provocantemente nude. Fin qui niente di strano, non fosse che i corpi e i volti delle donnine sono pixel ingranditi, sgranati, ricordano perfino i mattoncini del Lego. L'esperimento è decisamente provocatorio e ironico: un memento postmoderno all'incontro in carne ed ossa, non solo virtuale.