Ok Musik Radio!

Aumentano le radio nate dal web: una nuova dimensione, figlia di Internet

Ad Arluno, a pochi passi da Milano, si è appena conclusa la quarta edizione di Ok musik Festival: una manifestazione che coinvolge la musica sotto il segno di una radio web. Sì, perché è vero che la radio si ascolta in auto o a casa "spaparanzati" sul divano, ma Internet ha spalancato le porte ad una nuova galassia di emittenti radiofoniche libere. Cosa significa aprire una radio sul web? "Vuol dire aprire un canale di comunicazione. OkMusik, portale attivo dal 1999, ha cominciato a fine 2002 a fare prove di trasmissione mescolando lo stile della classica radio rock in fm ai canali multimedia di internet”, ci racconta Mario Maroni di OkMusik Radio.

RADIO E WEB - Girovagando in rete ci sono oltre 1200 stazioni da ascoltare e anche se con lentezza la legislazione italiana e il diritto d’autore stanno regolamentando questo strumento. Addirittura ci sono diversi siti che permettono agli appassionati di aprire una radio vera e propria. "Quando OkMusik andò online per la prima volta, nel 1999 – continua il direttore responsabile - molti nutrivano perplessità sull'utilità informatica di internet nell'editoria. Nel 2003 quando abbiamo avviato il progetto radiofonico scegliendo di coordinarci da soli, furono sollevate molte perplessità sull'ascolto via internet di musica”.

OKMUSIK RADIO -  La radio di Sedriano ha uno staff molto giovane e soprattutto i dj sono "tutti impegnati, tutti emergenti": dalle provocazioni di St&Lo Prject all'imprevedibilità di Tj. OkMusic Radio presta particolare attenzione ai giovani musicisti emergenti, che hanno l’occasione di far ascoltare i propri lavoro ed essere mandati in onda. "La radio fm si ascolta anche in auto. Le web radio si ascoltano in tutte le piazze dotate di hotspot wifi – conclude Mario Maroni - Il futuro parla chiaro: lentamente saremo "cablati" con la rete senza fili e di conseguenza ci sarà un'espansione delle possibilità di sviluppo. In Italia è cominciato un timido sviluppo sulla rete autostradale e sulle aree di sosta, nel resto d'Europa siamo già a buon punto”.

Correlati:

www.okmusik.com