La notte bianca Milano 2005

Grande successo per la festa dei sonnambuli: 1.000.000 di persone in strada per la notte bianca milanese

I sonnambuli hanno mantenuto la promessa e sono usciti a viso scoperto. Nel sabato più movimentato della stagione milanese, 1.000.000 di persone si sono riversate per le strade del capoluogo lombardo ed hanno aderito all'appello: Nessun dorma. Di fatti, tutti svegli per la Notte Bianca, la maratona del divertimento milanese che è giunta alla seconda edizione. Una grande corsa no-stop dalle ore 15.00 alle ore 6.00 del mattino per questa Milano Live la città che vive, organizzata dall'Assessorato Moda Turismo Eventi del Comune di Milano e da Camera di Commercio.

Il cuore della Notte Bianca è iniziato a pulsare da Piazza Duomo alle ore 22.30, dove RTL ha regalato ad un'affollatissima piazza un mega concerto che è andato avanti fino a notte fonda. Noi di Milanodabere lo abbiamo seguito dal backstage, incrociando Federica Felini che ha condotto la serata assieme ad Angelo Baiguini. La Felini, che assaggia un po' di mozzarella e pomodorini prima di salire sul palco, è abbastanza tesa. La piazza è gremita di gente che accompagna la ricca kermesse musicale con nomi classici ed emergenti della kermesse italiana: dal vincitore di Sanremo 2005 Francesco Renga alla reginetta del reality Music Farm Dolcenera; da Marina Rei ad Anna Tatangelo; da Marco Masini a Simone. Grandi applausi e cori per il partenopeo Gigi D'Alessio che invita i giovani a dare un contributo di solidarietà. Povia con la sua "Quando i bambini fanno Oh" si guadagna l'approvazione anche dei più piccini, mentre Simone Cristicchi, ascoltato in tutte le radio, canta il suo inno a Biagio Antonacci, che poi è in realtà la sorpresa della serata.
 
Mentre avanza l'iniziativa Kids forever, che raccoglie fondi per i bambini del Telefono Azzurro, la gente si muove per tutta la città: i cultori d'arte hanno assaporato il gusto di rivedere bellezze monumentali come il Teatro La Scala o edifici di interesse come Palazzo Marino.

Grande successo a Brera  per Brera Live, l'evento nell'evento organizzato da un duo fantioso e creativo: Eleonora Scaramucci, presidente di Assobrera e Andrea Bressan, direttore artistico di VisualArtsnight.it. Proiezione di video-arte, sfilata di modelle con abiti della stessa Scaramucci, concerto dei Radioprog, 7 Marzo e i Cosi, percussioni ambulanti con i Jinka' e motoraduno con le moto della Ducato.

Concerti musicali (grandi adesioni per gli omaggi ai cantautori a piazza S. Stefano, ai Beatles e ai Pink Floyd), percorsi alla scoperta delle bellezze milanesi (è stato preso d'assalto il Summer bus a due piani di Lastminute.com), visite fino a tarda notte dei principali musei, performance teatrali e allestimenti di giovani artisti.

Ad una certa ora la gente si è riversata nei locali: sui Navigli dopo le 23.00 era quasi un terno a lotto trovare un tavolo per sorseggiare una bibita fresca, visto il caldo afoso che ha portato la Notte Bianca: buono o cattivo segno - dipende dal punto di vista - per ricordarci che l'estate è alle porte.

I commercianti hanno mantenuto la promessa ed hanno lasciato le vetrine accese fino a tarda notte. Per chi era affezionato alla tradizione del cornetto sotto le stelle, ha fatto una visita alla maxi-tenda dei panificatori milanesi, che hanno distribuito fino all'alba brioche calde. Hanno sedotto persino noi di Milanodabere, offrendoci un sacchetto pieno di gustosi cornetti che hanno accompagnato il nostro tour de force a caccia degli eventi.

Erano in molti coloro che sono venuti da altre regioni. Alcuni hanno preferito guardare le stelle in dolce compagnia, sdraiati nei parchi milanesi in attesa che arrivasse l'alba. I raggi di sole hanno portato via questa lunga notte, che per una volta ci ha visti tutti uniti senza distinzione. Non ci sono stati incidenti e ancora una volta Milano ha dimostrato di essere un pregevole esempio di civiltà.