Grande Romanzo Collettivo

Una produzione a 200 mani che unisce memoria collettiva e scrittura via Internet

Unire più menti su un unico progetto è un'idea che dall'antichità, un esempio per tutti l'epos di Omero, si estende fino a noi mutando mezzi. Un'espressione di questa tradizione rinnovata è alla base del movimento SIC. La sigla di Scrittura Industriale Collettiva nasconde un innovativo metodo di scrittura di gruppo messo a punto da Vanni Santoni e Gregorio Magini. Tramite il sito del gruppo lanciano il progetto di un romanzo a 200 mani, che unirà il processo collettivo della memoria, e quello, recentissimo, della scrittura collettiva via Internet. SIC ha già pubblicato vari racconti e un romanzo breve, ma con questo progetto si spinge oltre, creando il gruppo più numeroso di scrittori al lavoro su una stessa narrazione.

Il grande romanzo sarà ambientato nell'Italia degli anni 1943-'45 e il soggetto di partenza verrà scritto basandosi sugli aneddoti raccolti e inviati dagli stessi partecipanti. Le iscrizioni per diventare scrittori sono aperte fino al 2 aprile.

Correlati:

www.scritturacollettiva.org