Euromayday

Il 1 maggio parata in onore di "San Precario", protettore dei lavoratori del nuovo millennio

ZuluSabato 1 maggio è la festa del lavoro e allora tutti in strada per la Euromayday, parata gioiosa accompagnata ai microfoni da Zulu dei 99 Posse (che alla MayDay ha dedicato una nuova canzone "Militant A"), Lou X e Lele Prox, che dai carri diffonderanno il verbo musicale del santo protettore dei lavoratori, delle catene commerciali e dei call center e di tutte le anime in scadenza di contratto senza diritti e futuro: San Precario.

La Parata è per dire NO ai tempi determinati, interinali, ritenute d’acconto, partita iva imposte e lavoratori in nero che hanno imparato cos’è la flessibilità a senso unico: impossibilità di costruirsi un futuro, maternità negata, turni festivi, notturni, straordinari obbligatori, mutui e finanziamenti inaccessibili.
 
La Euromayday sarà dunque una street parade musicale e allegorica delle identità conflittuali del precariato autorganizzata da decine di collettivi, spazi sociali, sindacati di base, individui e gruppi di attivisti. Una manifestazione europea in contemporanea con la parade gemella di Barcellona e con la partecipazione delle reti parigine degli Intermittents e di Stop Précarité, che vedrà analoghe iniziative in Finlandia, Irlanda, Francia, e una diffusione che arriva da Amsterdam fino in Turchia passando dal SudMayDay di Palermo.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati