Chick Corea & Touchstone

Quando il Jazz-Fusion si sposa con la passione del flamenco

L’infanzia del piccolo Chick trascorre con le musiche di Charlie Parker, Dizzy Gillespie, Bud Powell, Lester Young, Horace Silver, Beethoven e Mozart, da cui ha ricevuto l’ispirazione a comporre. Per un anno ha accompagnato Sarah Vaughan, passando poi nella band di Miles Davis, al piano elettrico.
Chick Corea, insieme al bassista Dave Holland, il batterista Barry Altschul ed il sassofonista Anthony Braxton ha formato i Circe, dando uno sguardo all’improvvisazione d’avanguardia e, negli anni ’70, coi Return To Forever, è stato il riferimento del movimento fusion.

Nel concerto al Blue Note di Milano è stato accompagnato dai Touchstone, Tom Brechtlein (batteria), Carlos Benavent (basso), Jorge Pardo ( sax) e Rubem Dantas (percussioni). I Touchstone sono una delle numerose formazioni dei migliori musicisti con cui Chick Corea riesce ad esprimere il proprio talento e la creatività.

Il piano solo si sposa bene con i ritmi flamenchi della band ed il tutto dà vita ad un jazz-fusion tra l’etnico e l’elettrico, mentre affiorano sprazzi di samba.
Come ogni grande professionista riesce a coinvolgere il pubblico in un "botta e risposta", suonando al piano qualche nota e facendola ripetere ai presenti con i vocalizzi. Tutti stanno al gioco, si ride, si applaude ed un altro big-jazz-man raccoglie le meritate ovazioni, sul palco blu di Milano.

di Melissa Mattiussi