All'ombra dei bastioni

Vie liberty, mangiare bene, scoprire la natura fra gli oggetti, oziare e amare, anche questa è la città

Il confine lo stabilisce un minaccioso cartello dell’Ecopass, che ricorda che da qui a qualche giro di ruota saremo nella zona protetta. Poco più in là le corse in taxi, corso Venezia e i suoi giardini, il quadrilatero d'oro e le boutiques. Al di qua, tra le palazzine liberty, calzolai di sempre e numerosi studi di design.
 
PIACERE - La riscoperta del quartiere inizia dal cafferino e toast ai tavolini di marmo de La Belle Aurore, atmosfera ed arredamenti da bistrò anni '70, scacchiere e collezioni di bottiglieria che ora non si trovano più. Accanto, in vetrina e sempre operosi, i pasticceri di Lorini che creano delle magie, è doveroso entrare e chiedere un sacchetto delle loro speciali lingue di gatto da passeggio. Se dedicare del tempo all'edonismo della cura del corpo mentre il resto del mondo è al lavoro, non vi dà alcun senso di colpa, ci saranno pochi piaceri impagabili come un massaggio al centro Thai Siam, per un'ora sotto le cure di mani e olii profumati che vengono da lontano.
 
ECO CHIC - Riconciliati col mondo siamo pronti ad affrontare anche la spesa, senza il gelo dei frigoriferi e senza single nella loro frenetica pausa pranzo. Cestello alla mano, scaffali di legno e spesa Bio da NaturaSì . Tra creme spalmabili agli anacardi e detersivi eco-compatibili il tempo è volato, e con lui la scorta di calorie della colazione. Il rimedio alla pancia vuota, si chiama Al'Less, piccola osteria con tanto di tavoloni di legno, affettatrice vintage e cucina a vista che garantisce e soddisfa la voglia dei sapori consistenti della nostra tradizione. Ravioli di zucca, affettati e gelato al cioccolato e zenzero. Colti da nostalgia, una visita alla Città del Sole . Paradiso dei non più bambini, ma ancora non così troppo adulti dal resistere alla tentazione di non uscire dal negozio con il gioco del piccolo chimico.
 
WINE & SWEDEN - Poco più in là rispetto all’ Elephante, tappa storica del ritrovo gay friendly delle serate milanesi, si affaccia sulla via il concept store di Jannelli & Volpi, storico marchio della cartata parati d'autore made in Italy che apre le sue porte al pubblico coi suoi tre piani che strizzano l'occhio al design scandinavo offrendo una vasta gamma di oggetti da regalare e da regalarsi, dall'abbigliamento ai complementi d'arredo tra marchi come Marimekko e Littala . Amanti dell'ozio ci dirigiamo per il rito dell'aperitivo. Comodi sulle poltroncine dimesse di un cinema, tra fotografie di grandi ricordi, al Polpetta Doc scegliete un calice di vino tra i tanti. Magari anche due.