Una settimana a modo

Le bizzarrie artistiche e l'impegno ecologico danno una valida alternativa alle "solite" sfilate

Pronti con le scarpe comode, ma con un tocco bizzarro indosso, a nuotare in apnea metropolitana lungo le vasche delle vie della moda cittadina? Vi aspettate una lunga sfilza di sfilate? E invece noi, per dispetto carnevalesco, accendiamo i riflettori su alcune bizzarrie artistiche che danno un'alternativa al prêt-à-porter delle "solite" grandi firme.

FASHION IN ACTION - La moda raccontata nelle sue forme ed evoluzioni, fra tradizione ed innovazione, dal 16 al 25 febbraio, nella rassegna Fashion in Action al Cinema Gnomo e in una mostra video allo IED che produce l'evento con UOVO Project. In anteprima assoluta il Moda Lab dello IED presenterà Helyette 77/78 corto di Walter Albini e in anteprima italiana New Movements in Fashion della svedese Nathalie Djurberg. A chiudere ci penserà un gran party con il "live media act" di Claudio Sinatti, Dj Saturnino e le elaborazioni digitali degli studenti IED. Partner prestigiosi di questa sezione saranno FLY, magazine newyorkese in formato DVD realizzato in edizione limitata e Onedotzero, uno dei più importanti festival di arti digitali al mondo. (Info 02 55192963)

WHITE - La prima manifestazione moda che punta sulle avanguardie, è a Milano, dal 22 al 25 febbraio al SuperStudioPiù. Faro dei giovani talenti, grazie alla sua forte inclinazione alla ricerca e ad un'immagine in costante trasformazione. Nuova formula espositiva, non solo focalizzata sul prodotto esposto, ma soprattutto sulla ricerca e sui nuovi stimoli creativi, linfa vitale per la moda. Punto di incontro e vetrina per i giovani emergenti, WHITE attrae l'attenzione dei nuovi spiriti creativi di tutto il mondo, offrendo loro un'occasione davvero unica: vendere il loro prodotto nella capitale del prêt-à-porter. (Info 02 34970731).

UNA SFILATA DI MODI - Convinti che la Settimana della Moda non lasci nulla di visibile alla città, se non l'incremento economico, ma riducendola a semplice location per eventi, i ragazzi di esterni presentano alla città un modo nuovo e insolito di riappropriarsi della città e in fondo anche della moda, nel tentativo di colmare il distacco che tra cittadini "comuni" e mondo della moda si è fatto ormai abissale. Il 23 febbraio alle 21.00 a Base B ecco un'alternativa sfilata in cui la proposta si concentra sulla mobilità milanese, messa a dura prova. Si invita ogni stilista a finanziare un cm di pista ciclabile per ogni passo fatto in passerella. Si punta con questa iniziativa, già rinominata da qualcuno "tu sculetta, io bicicletta", ad arrivare a contribuire alla creazione di qualche km di piste ciclabili. (02 713613)

Correlati:

www.fashioninaction.org
www.esterni.org