Sultani e Sciamani

La storia e la cultura dei popoli raccontata dalla moda

Vintage Spirit Multistore partecipa alla seconda edizione della manifestazione " Milano di Moda" con Sultani e Sciamani. Tessuti e ricami tribali all’origine delle tendenze moda di oggi, a cura di Elizabeth the First e Shamanissimo, uno stimolante viaggio alla ricerca dei temi che da alcune stagioni influenzano le collezioni donna, visibile dal 10 al 26 febbraio. Grazie a una sintesi di capi e tessuti di fondamentale importanza storica, la mostra mette in evidenza il mix tra creatività sartoriale e dettagli tribali che ha conquistato molti stilisti, alcuni in maniera addirittura travolgente.

La prima sezione della mostra, Sultani, si snoda tra vesti e mantelli cari ai sultani dell'Impero ottomano, cinture in argento e madreperla finemente istoriate, rari tessuti fatti a mano in seta, broccati e ikat, cammello o ramié, realizzati dalle tribù dell’Asia centrale, dai nomadi Kutch dell'Indukush e dalle minoranze etniche del sud della Cina.

La mostra prosegue al piano rialzato con Sciamani, avvalendosi di una preziosa sezione dedicata a Shamanissimo, una collezione di pellicce sciamaniche realizzata da Simona Calcagno, stilista di pezzi unici che rielabora capi vintage con materiali antichi, amuleti, piccoli gioielli tribali, interventi pittorici. Alleggerite, sfoderate, totalmente reinventate, queste pellicce di recupero si arricchiscono così di simbologie e frammenti delle culture di altrove, per essere  "riascoltate" nella loro personalità più profonda.

Ho il piacere di chiacchierare proprio con Simona Calcagno che mi racconta amorevolmente la storia delle sue eclettiche creazioni. Ognuna di loro ha un nome ed è lo specchio dell'anima della donna che la indossa, che si reca da Simona e chiede di donare una nuova vita ad un vecchio capo. Il lavoro di base consiste nel mettere in mostra ciò che prima era nascosto, ossia la lavorazione artigianale, mentre la pelliccia diventa rivestimento interno. Sicuramente il pezzo più importante è La Mia, la prima realizzazione che riprende il visone lasciato in eredità a Simona da parte della madre e su di essa, la stilista mi fa notare la firma del genitore e mi dice che un tempo era d'uso autografare la propria pelliccia. Grazie alla sua creatività queste pellicce vivranno a lungo ...invecchieranno con fascino... ...e porteranno fortuna.