Mostre Pasqua Milano 2011

Pasqua tra cinema e musei

Una selezione di mostre e film per chi resta in città nel weekend

Vedere le strade e i negozi di Milano quasi vuoti può essere spiacevole per chi non è riuscito a partire e trascorre Pasqua in città. Ma non c'è da preoccuparsi: sono molte le opportunità offerte in questo breve ponte festivo, a cominciare dai musei aperti il 24 e 25 aprile. 

In cima alla lista c'è Palazzo Reale, sede della grande collettiva dedicata agli Impressionisti. Chi non vuole immergersi nelle atmosfere francesi di fine Ottocento, può optare per le bizzarrie di Arcimboldo, per le visioni surreali di Savinio o per quelle più simboliche di Paladino, o ancora ammirare il coraggio degli eroi risorgimentali. Gli appassionati di musica si danno invece appuntamento alla Rotonda della Besana, dove è allestita un'esposizione interattiva dedicata a Fabrizio De André. E gli amanti della videoarte non possono perdere le opere del poliedrico e provocatorio Tony Oursler, al PAC. Le mostre sono visitabili sia a Pasqua che a Pasquetta, dalle 9.30 alle 19.30. Chiudono invece alle 17.30 le esposizioni del Castello Sforzesco, dedicate ai progetti architettonici e agli schizzi di Michelangelo.

Restano aperti con orario regolare il Museo del Novecento, recente fiore all'occhiello della città, la Pinacoteca di Brera, che propone un sorprendente percorso su Manzoni, Hayez e Verdi e Palazzo Isimbardi, con la mostra Un bacio per l'Italia. Completano il ricco programma la Triennale, con l'omaggio al design italiano de Le fabbriche dei sogni e il Forma, dove è possibile ammirare gli emozionanti scatti del fotoreporter di guerra Paolo Pellegrin. Proposte interessanti anche quelle per il pubblico cinefilo: lo Spazio Oberdan non va in vacanza e offre proiezioni per tutti i gusti, da Partita a quattro di Ernst Lubitsch a Marie Antoinette di Sofia Coppola

Buona Pasqua a tutti voi, che sia in sala o di fronte a un quadro.