Luci e ombre della Terra Promessa

Apre a Milano una nuova galleria d’arte. E lo sguardo si posa sulle tinte chiare e scure di un universo in bilico tra passato e futuro

Già presente a Torino, l’Ermanno Tedeschi Gallery inaugura uno spazio tutto milanese. E lo fa con un viaggio fra le amarezze, le fragilità, le ironie e le infinite possibilità creative del mondo israeliano. La collettiva Hameraglim, Esplorare Israele è infatti un omaggio più che dovuto a un Paese che non è solo fucina di divisioni e conflitti ma anche, e soprattutto, di cultura e fantasia. Ben lo dimostrano gli artisti presenti con opere differenti per stili e tecniche, ma sinergiche nel presentare i vari volti della mitica Terra Promessa.

Lavori dissimili ma insieme uniti in un percorso espositivo che fa pensare e riflettere. Emuli dei biblici esploratori hameraglim, i visitatori intraprendono un cammino in quella che fu considerata “la terra del latte e del miele” o, al contrario, “la terra che può inghiottire i suoi abitanti”. Ambiguità, disorientamento e speranze si ritrovano nei capolavori in mostra. Ci sono le creazioni di Gal Weinstein, composte da finissima lana d’acciaio e carta-vetro; le ridondanti finestre sulla realtà di Danny Tabak; l’amaro realismo di Ariel Asseo e il suo fiore d’oleandro, pianta velenosa che resiste al difficile clima israeliano; i pungenti schizzi sul mondo occidentale di Tarin Gartner; i caratteristici uccelli di Tsibi Geva, nati dall’incontro della sua personale visione del luogo di nascita e un’infanzia trascorsa in Kibbuz ad ammirare il volo degli uccelli migratori; infine, ma anche punto di partenza, la scultura variopinta di Ido Shemi. Un’esplorazione fantastica in un Paese dove la fantasia è talvolta annientata dal fuoco dei contrasti. Ma che, come la brace, continua ad ardere e basta poco per ravvivarla.

La mostra, realizzata con la collaborazione di Michal Neuman Even, sarà visibile presso lo spazio di via Santa Marta 15 (angolo via San Maurilio) dal 3 novembre al 15 gennaio 2006, dal martedì al sabato dalle 11 alle 13 e dalle 15.30 alle 19.30, oppure su appuntamento.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati