Le olive di Oliviero

L'eclettico Toscani premiato per la sua attività di produttore d'olio

C'è la Vergine di Botticelli e c'è l'extravergine di Toscani. Sì, proprio lui, Oliviero, il geniale e provocatorio fotografo italiano, che non si smentisce nemmeno sulle pagine del sito web dedicato al suo olio. Perché il creativo reso celebre dalle campagne pubblicitarie di Benetton è anche produttore del gustoso condimento a Casale Marittimo (Pisa). E per questo è stato insignito del premio Frantoi dell'Arte 2011, un riconoscimento assegnato ad artisti appassionati di oro verde e di cultura (l'anno scorso è toccato al cantante Gino Paoli, ndr).

"Sono sempre stato un grande amante dell’olio come prodotto tipico italiano" racconta Toscani "è un ingrediente immortale e completo, emblema del Mediterraneo". Esprimendo la sua personale visione del processo di lavorazione, l'artista dimostra tutto il suo estro: "L'olio è la conseguenza di un processo incredibile. È figlio dell'albero simbolo della Pace e nasce nel frantoio, il luogo creativo finale che, con un parallelo cinematografico, amo associare alla sala di proiezione di un film". Il vulcanico Toscani ritirerà il premio solo dopo l'estate. Chissà cos'altro si inventerà nel frattempo...

Correlati:

www.otoliveoil.com/