L'universo Trussardi a portata di cellulare

L'illusionismo tecnologico di Paul Cocksedge svela il mondo valoriale della nota maison italiana

Un fenomeno mutevole, una creatura dalle mille sfaccettature, affascinante e imprevedibile, a volte quasi inesplicabile. Queste sono le definizioni ormai inflazionate per descrivere la moda ed ecco la ragione per cui spesso Il fashion system declina i diversi trend attraverso prodotti che raggiungono velocemente l'obsolescenza, lasciando il passo a creazioni reputate più innovative e accattivanti.

FINESTRA SUL FUTURO, MEMORIA DEL PASSATO - Tuttavia, in questo "panta rei", fatto di realtà in continua evoluzione, troneggiano dei Titani della moda: i marchi del lusso. Tra questi trova posto Trussardi, un gruppo che da sempre coniuga tradizione e innovazione, in una sintesi artistica particolarmente riuscita che consente di qualificare l'azienda attraverso uno stile riconoscibile e coerente nel tempo. 

PRIVATE VIEW - Con ogni probabilità, è con l'intento di creare un immaginario di riferimento per il consumatore che si spiega l'iniziativa Private View. Si tratta di un'incursione nell'universo Trussardi, attraverso l'estro creativo e la progettualità di Paul Cocksedge, uno dei designer britannici più promettenti nel light design. Per l'intera durata del salone del mobile, al palazzo Trussardi alla Scala, è possibile ripercorrere la storia della Maison attraverso la visione di icone, abiti e accessori emblematici della nota griffe italiana. Un iter la cui rappresentazione si avvale di un espediente particolarmente innovativo e d'effetto: una stanza avvolta da pareti completamente nere, attraverso le quali è possibile vedere solo con i raggi infrarossi di apparati digitali comuni, come il cellulare o la macchina fotografica.

MOSTRA AVVOLTI DI MISTERO - Malgrado l'originalità del concept alla base del progetto, la costruzione ideale del mondo Trussardi non appare compiuta e l'eleganza made in Italy della nota firma italiana è restituita attraverso immagini dai tratti appena visibili e a volte poco identificativi. Può comunque sorgere il dubbio che anche questo risultato sia stato in fondo voluto e non il frutto di una mera casualità. Dietro l'intento di lasciare un alone di mistero attorno al mondo Trussardi, potrebbe infatti celarsi il tentativo di spingere il visitatore incuriosito ad approfondire la conoscenza su di esso.