L'irruenza del tocco creativo

Dopo 10 anni l'artista Günther Förg torna a "pennellare" la Galleria Salvatore + Caroline Ala

Il pennello artistico è lo strumento primario attraverso cui l'artista esprime la sua creatività. E' il veicolo per trasmettere la propria arte, è il mezzo per rendere tangibile lo "smuoversi" della propria anima.

IL RITORNO DI FÖRG - Il pittore tedesco Günther Förg torna ad esporre in Monte di Pietà per celebrare dieci anni di collaborazione con la Galleria Salvatore + Caroline Ala. Durante la sua lunga attività l'artista ha scelto questo "atelier" più volte per mostrarsi al pubblico. Nel 1997 con la personale Facciate Nere e Finestre Bianche, nel 1999 con Torsi e Frammenti incentrata sulla scultura, nel 2001 con Murales ed infine quest'anno con una serie di lavori realizzati specificatamente per questa tappa espositiva italiana.

TOCCO CREATIVO - Quelle di Förg sono opere immediate, dove ciò che si presenta agli occhi dello spettatore non è niente di definitivo, artefatto, costruito, ma il semplice e puro tocco creativo. La pennellata investe la tela e ne prende possesso senza lasciare spazio a nient'altro. Il colore è il protagonista principale e assoluto dominatore della scena figurativa.

BIANCO, NERO, ROSSO -
 A colpo d'occhio, le immense tele che rivestono le mura della galleria sono un tripudio di colori e pennellate vivaci. Ma se si presta maggiore attenzione si nota una predominanza di tinte: il bianco sfondo sempre presente e "additivo" per creare mille diverse sfumature cromatiche, il nero tono definitivo che sembra voler ordinare l'arcobaleno di acrilici ed infine il rosso ardore di una creatività che non si contiene e violentemente "segna" la tela.