L'arte della Natura

Al LifeGate Cafè Daniela Buoncristiani ci mostra Kami, elogio artistico alle meraviglie della natura

Fin dall'antichità l'uomo ha venerato Madre Natura fonte di vita e di infinito stupore. Gli alberi, i fiori, i frutti e le limpide acque hanno accompagnato gli individui nel loro abitare la Terra e facilitato la loro lunga evoluzione. Oggi l'umanità si è totalmente appropriata del mondo naturale trasformandosi da ospite a padrone senza scrupoli, pregiudicandone le sorti.

GLI ALBERI- La mostra di Daniela Buoncristiani si intitola Kami, termine giapponese usato nella religione shintoista per indicare il sacro e lo spirituale. L'artista ha associato questa particolare parola ai soggetti delle sue opere: gli alberi, creature multiformi che popolano la Terra per cui ha sempre provato fin da piccola una straordinaria attrazione. Questi figli della Natura vengono immortalati in quadri circolari, dove il cerchio è la forma della perfezione per i "prodotti" di un'entità ultraterrena. Le sue immagini sono veri e propri ritratti di esseri "terreni" che vivificano le nostre esistenze, ma in maniera particolare quella di Daniela che a proposito dice "Il mio rapporto con le piante è una relazione forte, un trasporto, uno scambio vicendevole di energia".

I COLORI- La tecnica artistica usata è la fotografia, semplice diapositiva o bianco e nero, rielaborata attraverso il colore. L'arancione, il rosa, il celeste, il blu, il viola usati per mimare la mutevolezza della natura per il susseguirsi delle stagioni, dalla tonalità scura dell'inverno ai colori caldi dell'estate, e il cambiamento della luce per l'alternarsi dell'alba e del tramonto. Tutto sembra appartenere ad un paesaggio da fiaba scovato dall'artista nella sua memoria di bambina "Fin da piccola gli alberi e i loro colori sono stati i soggetti preferiti dei miei disegni".

LA TERRA CI CHIAMA- Daniela Buoncristiani celebra la Natura e ci esorta a ricreare il nostro rapporto con gli elementi naturali. Dobbiamo ritrovare la sintonia del passato e ristabilire il rispetto reciproco. Riallacciare un contatto con la Terra e come suggerisce l'artista "Gli alberi sono fonte di infinita energia, provate a toccarli ed abbracciarli".