Il lato B della musica

L'altro sè di musicisti internazionali si specchia nelle foto di Rita Anonioli

B-Side Music Portraits, il tentativo è quello di catturare con un clic il lato B dell'anima degli artisti del nostro tempo.

LATO B - E la fotografa Rita Antonioli sembra riuscire nel suo intento. Al piano superiore della libreria Feltrinelli di Piazza Piemonte ci si ritrova in tal modo circondati dalle star che qui brillano discretamente, senza eccessi capricciosi, ma mettendo in mostra la propria anima. Quell'anima, che troppo spesso viene celata dietro trucchi, dentro le loro canzoni, si svela ora allo spettatore, facendo sembrare i personaggi ritratti quasi amici di vecchia data, di cui è facile fidarsi...

SPECCHIO DI UN ALTRO SE' - Dal dolce sogno di Laurie Anderson allo sguardo introspettivo di Patti Smith, dall'occhio indagatore di Mick Jones, ex The Clash, alla beffa di Flea dei Red Hot Chili Pepppers, dal sorriso del "nostro" Paolo Fresu agli occhiali tondi di Michael Nyman, per arrivare alla poesia di Rokia Traorè. Artisti in posa, pronti a specchiarsi nell'obiettivo di un altro sè, in bianco e nero. E come chiccca un testo, scritto per l'occasione da Patti Smith, insieme ai contributi di Carlo Antonelli e Riccardo Bertoncelli, introducono il libro che accompagna la mostra.

LA FOTOGRAFA - ALa milanese Rita Antonioli inizia la sua attività fotografica nel campo della moda e del reportage lavorando come assistente di Armin Linke. In seguito si dedica alla fotografia di teatro e negli ultimi anni concentra il suo lavoro nell'ambito della musica realizzando le copertine degli album di diversi musicisti tra cui quelle di Omar Pedrini, Pacifico, Sainkho e Peter Schwalm e la foto di copertina dell'antologia di Patti Smith Complete 1975-2006. Le sue fotografie sono state pubblicate su diverse riviste e quotidiani tra cui Esquire Japan, Mojo, Made05, Capital, Gentlemen, Amica, XL, Rolling Stone.