Chiese, monumenti religiosi e piazze

Riscoprire la storia dei luoghi e delle persone di Milano attraverso l'arte in questi giorni di agosto

La storia di Milano e dei suoi abitanti si può assaporare anche visitando le numerose chiese e le piazze sparse per tutta la città.

CHIESE E MONUMENTI RELIGIOSI - Non molto distante dalle guglie gotiche del Duomo, in zona Missori ecco la Basilica di Sant'Alessandro (Piazza Sant'Alessandro) e proseguendo in Corso di Porta Ticinese si raggiunge la Chiesa di Sant'Eustorgio. In essa, oltre ad un bel museo, si può fare visita alla tomba dei Re Magi con la stella a otto punte, stella polare, simbolo alchemico che richiama l'idea di centro, di polo, dell'origine spirituale del mondo. Sempre lì vicino, al numero 33, sorge la Basilica di San Lorenzo Maggiore, con la statua di Costantino, copia in bronzo di quella in Laterano. Come scordare la Basilica e la pusterla di Sant'Ambrogio (Piazza Sant'Ambrogio) con il superbo Altare d'oro di Vuolvinio. Esso è una preziosa e rara opera di oreficeria altomedievale che splende nella sua bellezza al centro dell'area presbiteriale, proprio in corrispondenza della cripta dove, dal 397, riposa Sant'Ambrogio accanto ai martiri Gervaso e Protaso. Nella Basilica di Santa Maria presso San Satiro con la Cappella della Pietà (Basilica Bramantesca) (Via Speronari 3/Via Torino) vi stupirà l'effetto ottico creato dalle volte dipinte dietro all'altare dal Bramanete. Di dovere è una visita al Cenacolo di Leonardo Da Vinci e alla Chiesa di Santa Maria delle Grazie (Piazza Santa Maria delle Grazie 2).

PIAZZE - Cuore, simbolo e punto nevralgico della città è Piazza Duomo, al centro di un'area pedonale che ospita il grandioso Duomo e il monumento equestre a Vittorio Emanuele II. Sulla destra si trova il Palazzo Reale, L'Arengario costruito in epoca fascista e oggi sede di mostre d'arte temporanee, e l'Arcivescovado. Sul lato sinistro, invece, la maestosa entrata della galleria Vittorio Emanuele II e i grandi magazzini de La Rinascente; di fronte al Duomo, sorge il palazzo Carminati. Piazza Affari è il quartiere finanziario della città, ospita il palazzo della Borsa edificato nel 1931. Sinonimo della "Borsa di Milano", nelle sue vicinanze si affacciano palazzi residenziali e signorili. A pochi passi si apre Piazza Cordusio, un crocevia sempre affollato e trafficato. Alle spalle del Duomo ecco Piazza Fontana che prende il nome dalla fontana disegnata dal Piermarini nel 1872. Piazza Mercanti è sulla via si affaccia il palazzo dei Giureconsulti che oggi è sede di rappresentanza della Camera di Commercio. Di fronte si trova il palazzo della Regione, che separa via Mercanti da piazza Mercanti. Sulla piazza si affacciano anche la loggia degli Osii e il palazzo dell Scuole Palatine. Altro punto di ritrovo è Piazza San Babila con la sua grande fontana. Gli edifici sono degli anni '40, '50 e '60, tranne la Basilica di San Babila di antiche origini. Piazza della Scala prende il nome dal celeberrimo Teatro alla Scala, considerato il tempio mondiale della musica lirica. Venne costruito nel 1776-78. Di fronte al teatro c'è Palazzo Marino sede del comune e uffici del sindaco. Sulla piazza si apre l'altra entrata della galleria Vittorio Emanuele II e di fronte l'edificio della Banca Commerciale Italiana. Al centro il monumento a Leonardo da Vinci. In Piazza Sant'Ambrogio, sulla sinistra, si trova la colonna del diavolo, così chiamata per i buchi che la caratterizzano. Ogni 7 dicembre, in occasione della festa del patrono di Milano, ospita gli "O Bei o Bei", dove si possono trovare oggetti di antiquariato, modernariato, vestiti, dolciumi e molto altro. Piazza della Vetra ospita la Basilica di San Lorenzo Maggiore e fa parte di un'area verde denominata Parco delle basiliche. Piazza Cadorna si presenta completamente rinnovata con giochi d'acqua e l'originale scultura di Claes Oldenburg e della moglie Coosje Van Bruggen.