Cha no yu, la cerimonia del tè

La narrazione visiva di un rito attraverso le fotografie di Flavio Gallozzi

Dal 13 dicembre al 15 gennaio, il Vintage Spirit Multistore, regala la magia del fascino d'Oriente con una mostra fotografica di Flavio Gallozzi.

Flavio Gallozzi, ritrattista e collaboratore dell'artista giapponese Mitsue Miahara, espone una selezione dei suoi quadri ispirati alla tradizionale cerimonia del tè giapponese. L'artista presenta una serie di fotografie realizzate all'interno di una tipica casa del tè di Tokyo e una serie di still-life di ikebana.

Cha no yu, la cerimonia del tè, simbolizza la ricerca della bellezza del popolo giapponese, la cui raffinatezza si esprime attraverso la semplicità, la povertà delle cose e l'armonia con la natura: un collegamento ideale con la filosofia del Vintage Spirit che si occupa di ritrovare  elementi di novità e di lussuosa bellezza nel recupero di abiti e accessori del passato e di riproporre le linee essenziali della storia della Moda.

In nessun luogo come in Giappone l'atto di preparazione del tè ha assunto un valore estetico, artistico e filosofico tale da penetrare nella cultura del paese.
Il tè arrivò in Giappone insieme al Buddismo nella prima metà del VI secolo dove veniva usato per mantenersi vigili durante le pratiche meditative. Il "cha no you" nasce verso la fine del 1500 grazie al maestro del tè Rikyuu che ne fece una vera e propria forma d'arte.