Bunkerhaus

Il progetto artistico No Curves utilizza la tape art per riflettere sugli orrori dei regimi totalitari

La linea retta è la figura estetica per eccellenza in un mondo completamente ridisegnato dal nastro adesivo. Una scelta artistica estrema per scavare in un passato da dimenticare.

UN MONDO SENZA CURVE - Giovedì 27 settembre il Seminato Mercadante, uno spazio polifuzionale nato dalle ceneri di un ex rifugio bellico in via Mercadante 4 a Milano, si è popolato di inquietanti creature. Soldati-scheletri, orchesse, angeli caduti, fantasmi di passate dittature, che lottano per imporre un'ideologia della linea retta. Mostri generati da una ragione estremizzata, in aperto contrasto contro le forme mentali "curve".

FORME RIVISTE E CORRETTE - E' il mondo di Bunkerhaus, l'installazione ambientale concepita per il Seminato Mercadante dal progetto artistico No Curves, che realizza interventi creativi utilizzando unicamente nastro adesivo (infatti il materiale è fornito
da tesa®). Nascono così personaggi  formati da linee rette e angoli, senza alcuna concessione alle curve. Figure mostruose ritratte su pannelli di legno, ma anche  installazioni che coinvolgono oggetti di arredo. Un baule che si apre sull'orrore di nastri terminati, un inginocchiatoio, una lampada, una scrivania, una sedia, una bacheca
con berretti militari, un tavolino e persino una scacchiera con rotoli di nastro come pedine. In Bunkerhaus tutto è segnato dal ghigno di un dittatore crudele e dall'immagine mortifera e ricorrente di un filo tagliato da una forbice implacabile. La scelta cromatica è estrema. Due opposti nero e bianco e un rosso sangue, reso ancora più crudo da tracce di grigio. E' una via senza ritorno verso il male, come sembra indicare la gigantesca freccia disegnata dall'adesivo sul pavimento.

ARTE IN MOVIMENTO - Dietro a No Curves si cela la mente creativa di un giovane artista milanese, che attraverso le sue opere amplifica una personale estetica della purezza geometrica della linea retta. Un'arte in movimento - non a caso No Curves è reduce da una fortunata mostra a Barcellona - che  viaggia tra muri, manifesti pubblicitari, gallerie d'arte, di città in città, mossa dall'ispirazione momentanea. Nulla si salva dalle reinterpretazioni di No Curves, che realizza una felice combinazione di immediatezza di design e di riflessione artistica.

Correlati:

www.nocurves.wordpress.com
www.flickr.com/photos/magamadda