Chiude servizio pediatrico della Croce Rosa Celeste di Milano

Pronto Intervento Pediatrico Addio

La Croce Rosa Celeste chiude il servizio Motivo? Mancano pediatri

Chiude il servizio pediatrico della Croce Rosa Celeste e, a ridosso della Giornata Internazionale per i Diritti dell'Infanzia, ci sembra opportuno parlarne. Si trattava di un servizio di pronto intervento riservato ai bambini, attivo da 25 anni. Un servizio "sostitutivo di nulla. Nel senso che a parte noi, nessuno garantiva assistenza nelle fasce orarie in cui era difficile raggiungere il proprio pediatra di base. Lasciamo un vuoto grave", ci spiega Roberto Borlenghi, presidente di Croce Rosa Celeste.

L'assenza di pediatri è la causa della chiusura. Com'è possibile? "Il numero di posti nelle scuole di specialità di pediatria è bassissimo. A Milano sono solo 5 o 6  all'anno: identici a quelli riservati ad altri indirizzi, come dermatologia. Ma un conto è avere pochi dermatologi, più grave è avere pochi pediatri", dice Borlenghi. Di conseguenza i pediatri di base hanno moltissimi pazienti e negli ospedali mancano addirittura i medici specializzati nei turni di notte o durante le festività. Il problema si risolverà in un futuro prossimo o remoto? "La soluzione deve arrivare dal Ministero e dalla Regione, ma i tempi burocratici non sono mai brevi".