Un Leone di nome Lasseter

Al papà di "Wall-E", "Toy Story" e "Cars" andrà il Leone d'oro alla carriera

Certo non siamo vicini al 2 di settembre 2009, data in cui aprirà il 66mo Festival del Cinema di Venezia, ma già è stato svelato il nome di uno dei suoi vincitori. La Biennale ha infatti ufficializzato l'assegnazione del Leone d'oro alla Carriera: il prescelto è John Lasseter. Forse il su nome non vi dirà molto, ma i suoi film non vi saranno affatto estranei.

Regista e produttore statunitense, Lasseter è Chief Creative Officer della Walt Disney e dei Pixar Animation Studios. Vincitore di due Oscar (Toy Story, 1995; Tin Toy, 1988, miglior cortometraggio) sovrintende tutti i film e progetti associati Pixar e Disney. Sue produzioni sono state Monsters & Co., Alla ricerca di Nemo (il film d'animazione che detiene il record di incassi), Gli Incredibili, Ratatouille e di WALL-E, mentre Lasseter è stato regista di Bug's Life e Cars.

Il direttore della Biennale Cinema Marco Müller ha dichiarato: "John Lasseter è il protagonista dell'animazione occidentale contemporanea. Da sempre alla ricerca del punto di fuga dove l'avanguardia (artistica, tecnologica e formale) incontra il blockbuster, Lasseter non ha solo contribuito a riposizionare il cinema d'animazione come una delle grandi forze espressive del nuovo millennio, ma è diventato uno dei simboli della tradizione preziosa, vitale e inventiva del grande cinema hollywoodiano". Chissà che effetto faranno queste parole al diretto interessato, uno che è abituato a ricevere premi dalla tenera età: aveva 5 anni, quando vinse 15 dollari da un negozio per il disegno a pastello di un cavaliere senza testa.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati