Pixar show

Milano si prepara ad accogliere la carica creativa di Lasseter e soci

Arte e tecnologia. Un binomio che John Lasseter, fondatore del celebre studio d'animazione Pixar, conosce bene. Un mix irresistibile con cui il creativo ha firmato alcuni dei più grandi successi di pubblico e di critica degli ultimi anni. Ora i personaggi di Wall-E, Cars e Up arrivano a Milano, protagonisti di una grande mostra al PAC.

LA GENESI - L'avventura di Pixar inizia nel 1986, quando l'ambizioso e visionario Steve Jobs acquisisce la divisione computer graphics della società LucasFilm, dove lavora il giovane Lasseter. La consacrazione arriva nel 1995, con il geniale Toy Story, poi diventato un franchise di culto. Di anno in anno il team Pixar dimostra al mondo come l'animazione digitale possa stupire, raccontare la realtà e sì, anche commuovere. "Non è la tecnologia a creare i film, ma l'uomo" dice Lasseter, che aggiunge "Non sei un animatore solo perché sai muovere un oggetto dal punto A al punto B. Sei un animatore perché dai vita a un personaggio: i software e la tecnologia non possono farlo".

ASPETTANDO BRAVE - Al PAC, tra disegni, video e installazioni, il pubblico può immergersi in un universo straordinario fatto di artigianalità e di sperimentazione. E intanto cresce l'attesa per Brave, nei cinema italiani il prossimo anno. L'avventura è ambientata tra le brume delle Highlands scozzesi, dove vive Merida, la giovane e caparbia figlia di Re Fergus e della Regina Elinor. La ragazza, una principessa ribelle dai riccioli rosso fuoco, sfida le convenzioni per realizzare il suo sogno, diventare un arciere. Gli schizzi preliminari rivelano un mondo incantato, con fitte foreste, megaliti misteriosi e riti magici. Volete maggiori dettagli? Potrebbe essere Lasseter in persona a rivelarli: il 21 novembre è ospite di Meet the Media Guru, al Teatro dal Verme. L'ingresso è libero, ma si consiglia di giocare d'anticipo per assicurarsi un posto in sala.