Paesaggi umani

Sta per scadere il concorso che promuove l'audiovisivo tra i giovani autori che osservano Milano e dintorni

L'associazione culturale Filmmaker (www.filmmakerfest.org) da quasi venticinque anni continua a dare un proficuo contributo sul territorio milanese, promuovendo una serie di attività a sostegno alla produzione dei giovani autori. Sappiamo bene quanto l'universo dell'audiovisivo made in Italy necessita di essere svecchiato.

Per chi volesse cimentarsi con l'affasciante del mondo del video c'è una bella opportunità, il concorso Paesaggi Umani che si prefigge di sostenere giovani autori nella realizzazione di film e video ambientati a Milano e in Lombardia. Progetti di fiction, documentari, cartoon, film sperimentali e diaristici, realizzati in pellicola o in video per guardare l'amibente milanese: la città, la provincia, la regione e i loro abitanti, visti e raccontati secondo prospettive inedite e sguardi originali.

I progetti devono essere inviati per raccomandata o consegnati a mano entro il 5 maggio 2006 all'Associazione Filmmaker - concorso “Paesaggi umani”, via Aosta, 2 - 20155 Milano. Nel bando si legge che si partecipa inviando una proposta scritta di non più di cinque pagine che illustri: "l’argomento scelto deve riferirsi a realtà e situazioni di Milano e dell’area lombarda); le modalità con cui l’argomento verrà sviluppato; l’indicazione precisa e circostanziata di luoghi, persone, gruppi o associazioni che sono state contattate o che si intendono contattare per la documentazione e/o la realizzazione del lavoro; uno schematico piano di lavoro che preveda fasi di lavoro e relativi costi; nome, indirizzo, telefono, fax, e-mail a cui fare riferimento; il curriculum di chi propone il progetto (che può inviare anche una vhs o un dvd con gli ultimi e più significativi lavori)".

Una commissione sceglierà, entro fine giugno 2006, un massimo di sei progetti che otterrano contributi economici fino a un massimo di 5000 euro. Tra gli altri premi si segnalano anche il riconoscimento  “Vita Non Profit Magazine” e il Premio Kodak, consistente in 1500 euro in pellicola cinematografica negativa colore o bianco e nero.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati