Vincitori Oscar 2013

Oscar 2013: i vincitori

Trionfa Ben Affleck con "Argo", seguito da "Vita di Pi". Magre consolazioni per "Lincoln" e "Zero Dark Thirty"

Miglior film, Sceneggiatura non originale e Montaggio: come da previsioni, è Argo di Ben Affleck il vero trionfatore degli Oscar 2013. Una schiacciante conferma, in un'edizione che per il resto ha riservato diverse sorprese: come la vittoria di Ang Lee, regista dello spettacolare Vita di Pi, che batte il pluricandidato e favorito Lincoln di Spielberg aggiudicandosi ben quattro statuette. 

I PROTAGONISTI - Ad annunciare la vittoria di Argo è la First Lady in persona, Michelle Obama. Frangia perfetta e sorriso smagliante, apre la busta in diretta dalla Casa Bianca. Per Affleck è il coronamento di un anno straordinario, dopo i riconoscimenti ottenuti ai Golden Globe e ai BAFTA. Ang Lee conquista le statuette come Miglior regia, Fotografia, Effetti speciali e Colonna sonora, lasciando a Spielberg una magra consolazione: Scenografia e Miglior attore. 
È infatti Daniel Day-Lewis (il primo in assoluto ad aver collezionato tre Oscar in questa categoria, ndr) a meritare l'ambito riconoscimento per il suo ritratto del Presidente Lincoln. La giovanissima Jennifer Lawrence vince come protagonista femminile nella commedia Il lato positivo ma è vittima di un piccolo incidente: mentre sale le scale in un candido abito griffato Dior, inciampa e cade tra lo stupore generale. 

GLI ALTRI PREMI - Prevedibile e meritata la vittoria di Anne Hathaway come attrice non protagonista ne I Miserabili, così come quella di Christoph Waltz in Django Unchained di Quentin Tarantino (a cui va l'Oscar per la Sceneggiatura originale). Il commovente Amour di Michael Haneke è la Migliore pellicola straniera mentre Zero Dark Thirty, applaudito racconto della cattura di Osama Bin Laden, si deve accontentare del premio al Montaggio sonoro. Gioia anche in casa Pixar: la ribelle e riccioluta eroina di Brave supera i rivali Frankenweenie e Ralph Spaccatutto nella categoria Animazione.