Film Il Solitario Manetti Bros

Manetti Bros all'Attacco

"Serve una factory per rilanciare il cinema di genere" dicono, all'uscita del film "Il Solitario"

I Manetti Bros. dicono la loro sul cinema italiano alla vigilia dell'uscita del noir indipendente da loro prodotto Il solitario, diretto da Francesco Campanini. Marco Manetti lancia l'appello: "Occorre creare una sorta di factory per far rinascere e sviluppare il cinema di genere italiano".

Marco e Antonio Manetti sono i due registi e produttori romani che hanno realizzato prodotti televisivi (L'Ispettore Coliandro), ma anche film come Piano 17. Hanno inoltre diretto decine di videoclip, tra cui quelli di Alex Britti, Mietta, Mariella Nava, Max Pezzali, Piotta. Ma Marco Manetti prosegue il discorso: "Ci vuole più collaborazione e più stima fra registi. La fratellanza, le alleanze e la rimozione delle invidie fra colleghi serviranno a fare uscire il cinema italiano di genere dai territori underground nei quali oggi si trova".

E del nuovo film, Il solitario, cosa dice il Manetti bother? "Questo è un film di genere senza compromessi. Una cosa rara in un periodo in cui tutti, invece, i compromessi li vanno a cercare". Girato al di fuori della capitale, la pellicola "dimostra che l’autoproduzione fuori dal sistema romano è una strada da percorrere. Se fosse stato girato qui, sarebbe costato tre volte tanto: abbiamo schemi produttivi troppo vecchi. Invece, con un budget di appena 200 mila euro e finanziandolo pezzo per pezzo, Campanini è riuscito a fare un film vero".